Le ultime novità

Provincia, ora servono i candidati Pd e centrodestra ci sono quasi

Provincia, ora servono i candidati Pd e centrodestra ci sono quasi
Cronaca 21 Settembre 2018 ore 11:22

Pochi giorni e l’enigma dei candidati alla presidenza della Provincia dovrà essere risolto. Se per i candidati consiglieri c’è tempo, infatti, fino a inizio ottobre, le forze politiche devono, entro settimana prossima, rendere invece noti i nomi degli amministratori locali su cui hanno deciso di puntare. Il bello è che di chiaro, per ora, non c’è ancora nulla.

Un civico anche per il Pd. I primi a smuovere le acque sono stati, la scorsa settimana, i cosiddetti “civici”, ovvero gli amministratori locali non iscritti ad alcun partito, che hanno deciso di appoggiare la candidatura di Gianfranco Gafforelli, sindaco di Calcinate. A sostenerlo, diversi primi cittadini, tra cui anche quello di Pedrengo, Gabriele Gabbiadini, che a marzo aveva tentato la conquista di un posto al Pirellone nella Lista Gori. Non un particolare da poco: Gabbiadini è molto vicino al sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, e il suo sostegno a Gafforelli, dunque, pare essere un assist anche al Pd. I dem, infatti, sono ancora in alto mare. Dei tanti nomi circolati, nessuno convince pienamente (va anche detto che la legge che impone la candidabilità soltanto degli amministratori con davanti ancora almeno 18 mesi di mandato non aiuta di certo). Gafforelli è un nome apartitico, rappresentante di quel mondo del civismo che Gori ha più volte sottolineato come sia importante coinvolgere nelle azioni politiche del centrosinistra. Inoltre, poche settimane fa anche il sindaco di Treviolo e vicepresidente in Provincia, Pasquale Gandolfi, aveva espresso in un’intervista a Bergamonews un timido apprezzamento per il collega di Calcinate, che poteva rappresentare la figura di equilibrio attorno a cui trovare un accordo comune tra tutti i partiti in gioco.

Centrodestra unito. L’uso del verbo al passato, però, non è casuale. Lega e Forza Italia, infatti, sono sempre più vicini a un accordo che taglierebbe fuori il Pd dalla scelta del nuovo presidente di via Tasso. Un messaggio importante in questa direzione è arrivato dal palco della festa del Carroccio di Azzano San Paolo e Stezzano domenica 16, quando il segretario nazionale della Lega e ospite della serata, Paolo Grimoldi, ha detto: «Il centrodestra si presenterà compatto alle provinciali». Già, ma con chi? Fino a poco tempo fa…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 7 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 27 settembre. In versione digitale, qui.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità