Dalla Serie A2 alla Promozione

Il punto sul basket bergamasco In classifica è sfida Treviglio-BB14

Il punto sul basket bergamasco In classifica è sfida Treviglio-BB14
Cronaca 10 Aprile 2019 ore 10:46

Un finale di stagione a dir poco adrenalinico per il girone Ovest di Serie A2 Old Wild West, quello che coinvolge le bergamasche Remer Blu Basket Treviglio e Bergamo Basket 2014, entrambe a quota 32 punti e attestate tra terzo e quinto gradino del ranking in coabitazione con la Zeus Energy Group Rieti; soltanto quattro punti sopra Virtus Roma e Benfapp Capo d’Orlando si stanno azzannando per strappare la prima piazza del raggruppamento, valevole la promozione diretta in A1. Uno scenario aperto a qualsiasi possibilità, e che i bianco-blu di coach Vertemati hanno contribuito a dipingere in modo decisivo battendo nettamente nell’ultimo turno proprio la favoritissima Virtus Roma (85-68; Caroti 19 punti con 8 assist, Pecchia 15 e 8 rimbalzi, Roberts 14). Ora, a soli ottanta minuti dal termine della stagione regolare, i cittadini concluderanno il loro cammino con la trasferta al PalaFerraris di Casale Monferrato (il 14 aprile; i rosso-blu sono a soli due punti di distacco, ma saranno privi di capitan Martinoni) e infine con l’ultima recita casalinga ospitando Tortona (il 20 aprile); dal canto loro, i trevigliesi prima renderanno visita a Tortona (13 aprile) e poi accoglieranno una diretta competitor come Rieti. Completiamo il quadro delle seconde serie nazionali con uno sguardo all’ambito femminile, più precisamente all’Edelweiss Fassi Albino (girone Nord, 26^ giornata), che finalmente ritrova la vittoria piegando 56-48 la terza forza del raggruppamento, l’Ecodent Point Alpo, e ricollocandosi al quint’ultimo posto con 16 punti. Tra le ragazze di coach Stibiel in evidenza le prestazioni di Iannucci (18 punti e 5 rimbalzi), Brcaninovic (16 punti e 15 rimbalzi) e Valente (10 punti, 6 rimbalzi e 2 assist).

 

 

In C Gold lombarda (quinta giornata della seconda fase), l’Evolut Romano Basket (Deleidi 23, M.Foresti 10, Ferri e G.Villa 9) cede nettamente per 61-80 ai varesini dell’Amalplast 7 Laghi Gazzada Schianno, nel solco della Poule Promozione. Nella Poule Salvezza la posizione dell’XXL BluOrobica Bergamo (E.Boccafurni 14, A.Bonacina 12, M.Nani 9) è invece sempre più delicata dopo la sconfitta al fotofinish (65-62; 20-11 al 10’, 35-27 al 20’, 47-47 al 30’) con il Cistellum Cislago. In C Silver il risultato di spicco coincide con la vittoria del Persico Stampi Seriana Basket (Comerio 12, R.Colombo 11) nel derby orobico giocato in casa della Cral Dalmine (D.Zambelli 18, M.Vitali 10): i bianco-rossi di coach Baroggi s’impongono infatti col punteggio di 58-67 e riprendono la corsa al secondo posto dopo lo stop della settimana prima, confermando peraltro il netto ruolo di leadership tra le bergamasche del raggruppamento. Sicuramente pesanti – poiché rimediati con diretti competitor di classifica – i passi falsi registrati dal Bottanuco Basket in quel di Mantova (71-50 contro il San Pio X; Benassi 11, Ghislandi e Buschi 9) e dalla Bellini Virtus Gorle sul parquet del PalaLovato contro il Viadana Basket (67-75; Masper 20, Galbiati 15, M.Locatelli 12). In Serie D Regionale (gir. A, dodicesima di ritorno) è tempo degli ultimissimi fuochi d’artificio della stagione regolare. La vetta è ormai della capolista TecnoAdda Mandello del Lario a quota 40 punti, a +2 sulla Edilcasa Civatese e in vantaggio nella differenza canestri negli scontri diretti. Dal terzo al quinto posto troviamo invece un terzetto tutto bergamasco a quota 36 punti: RedCat Devices La Torre Basket, ExcelsiorSBT Treviglio. Tra questi, i torreboldonesi sono reduci dal k.o. sul difficile campo di Civate (60-51; Bossi 12, F.Castelletti 11), mentre l’SBT Treviglio (R.Erba e Invernizzi 15, Codevilla 13) ha ceduto il passo nel derby esterno coi cugini del Basket 86 Caravaggio (Ciani 16, Turco 13, Verri 12), vincenti per 80-74 e in grado di consolidare ulteriormente la loro piazza play-off. Dal canto suo, l’Excelsior di coach Blasizza torna a casa coi due punti dalla trasferta di Vercurago (67-76; Sironi 20, Ricci, Cornaro, Armanni e A.Foresti 12); impresa che non riesce invece alla wild card under CB Alto Sebino sul parquet di Sondrio (75-62; G.Cremaschi 18, Picen 10). A chiudere il quadro, l’altro derby orobico tra Basket Verdello (Nisoli 21, L.Gualandris 19) e Gruppo Basket Cologno Al Serio (Daminelli 22, Chies 10), con risultato appannaggio dei Cornolti-boys per 82-73.

In Promozione (gir. “Bergamo 1”, dodicesima e penultima di ritorno) la capolista Pol. Caluschese Basket non perde terreno e regola tra le mura amiche il Visconti Brignano col punteggio di 66-59; sempre ai piani alti il Basket Pedrengo di coach Zanutto fa lo “scherzetto” alla Pol. Brembate Sopra (battuta 63-52), che quindi perde contatto con la seconda piazza al momento appannaggio della coppia formata da 035 Informatica Azzanese Basket e Basket Valtexas Bergamo. Nelle retrovie, il Brembo Basket Mozzo 2013 di coach Malvestiti supera sul parquet amico la Virtus Scanzorosciate (regolata 67-58) e con 14 punti fa un balzo in avanti nel ranking play-out; il Basket Almè con Villa perde invece il derby salvezza con la Pall. Mafalda Spirano (50-58) e rimane al penultimo posto in classifica (con 12 punti); sotto di due lunghezze nelle vesti di solitario fanalino di coda c’è il Treviolo Basket, ormai matematicamente retrocesso.

 

[Marco Planezio in azione con la sua Varese il Piombino. Foto di Gianluca Bertoni]

 

La nostra menzione finale tra i professionisti bergamaschi della pallacanestro torna ad attingere a piene mani dai ranghi della Serie B Nazionale. In primis l’habitué Marco Planezio, che con la sua Coelsanus Robur et Fides Varese (gir. A) ferma col punteggio di 88-76 la capolista Solbat Basket Golfo Piombino e raggiunge così l’obiettivo salvezza: per l’ala classe ’91 di Nembro il tabellino recita 19 punti, 6 rimbalzi e 4 assist in 32’ di utilizzo. In evidenza anche il contributo di Eugenio Beretta, centro classe ’96 di 208 cm, ex BluOrobica Bergamo e figlio d’arte di Mario (classe ’55, protagonista a Cantù con due scudetti vinti), in forza alla Citysightseeing Palestrina (gir. D). Nella vittoria dei romani sull’Olimpia Matera (86-80), il lungo orobico ha infatti messo a referto 18 punti e 2 rimbalzi in soli 11’ sul parquet.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità