Dalla Serie A2 alla Promozione

Il punto sul basket bergamasco Solo pota, niente daje: grande BB14

Il punto sul basket bergamasco Solo pota, niente daje: grande BB14
Cronaca 17 Ottobre 2018 ore 09:15
Foto in apertura BB14 / Carolina Comi

 

Domenica 14 ottobre, ore 12: la Bergamo del basket si ritrova a Palazzo (pardon, al PalAgnelli) e si mette “a tavola”, senza nemmeno lontanamente immaginare che l’imminente palla a due porterà in dote una partita a suo modo storica, da iscrivere nella memoria collettiva della pallacanestro nostrana. In occasione del secondo turno di andata della Serie A2 Old Wild West (all’esordio casalingo), l’Azimut Bergamo (Taylor 20 punti con 6 rimbalzi e 4 assist, Casella 12, Benvenuti 11 e 5 rimbalzi, Roderick, Sergio e Fattori 10) piega infatti la Virtus Roma (Sims 18 e 14 rimbalzi, Baldasso 10) di coach Piero Bucchi col clamoroso punteggio di 81-59 (15-15 al 10’, 39-39 al 20’, 58-46 al 30’). Insomma, la Cenerentola che pensa solo alla salvezza (ma a punteggio pieno) in grado – grazie soprattutto a una grande prova di squadra (sei uomini in doppia cifra e una solidissima fase difensiva) – di rifilare un “ventello” abbondante a una formazione additata da molti come la più completa del campionato: niente daje, solo pòta. Nel mezzo, davvero tanti spunti positivi per coach Dell’Agnello: lo strapotere fisico dell’ex Nba Sims nel primo tempo arginato dai quintetti piccoli e dal contributo degli esterni (in primis Casella), il secondo tempo da toni alti dello statunitense Taylor e un Roderick maestoso (tripla doppia per lui con 10 punti, 21 rimbalzi e 10 assist), in grado di confezionare anche una schiacciata al volo da brividi. Avanzati nel piatto, dunque, pajata, supplì e tonnarelli cacio e pepe: per stavolta sono quindi i casonsei a farla da padroni. Conditi, perché no, da un pizzico di follia, mentre i Fò De Co, la frangia organizzata dei supporter gialloneri, cantano a partita conclusa «Salutate la capolista!».

 

 

Il punto sulla Serie C. La seconda copertina settimanale è invece dedicata alla Serie C Silver (terza di andata), dove a rubare la scena è stato il derby tra Cral Dalmine (Iabichella e Fall 15, Vitali 13, Dadda 11) e Bellini Virtus Gorle (Parsani 17, Montagnosi 16, Galbiati 11): a prevalere per 74-67 i padroni di casa biancorossi guidati da coach Maffioletti. Per la cronaca, dopo un primo tempo equilibrato (33-32 al 20’), nel terzo quarto il veterano gorlese Masper è stato costretto a lasciare il campo per due antisportivi controversi, mentre la fisicità e le stoppate di Fall (ben 9 al termine del match) sparigliavano le carte. Il contro-break del pacchetto esterni ospite è valso comunque il controsorpasso sul finire di terzo quarto, ma a indirizzare il match sui binari dalminesi ci ha pensato l’ala siciliana Iabichella, davvero in grande spolvero. Nel medesimo raggruppamento (gir. A), il Bottanuco Basket ha piegato in casa il Casalmaggiore (70-57; Benassi 20, Ghislandi 14, Zanchetta, Pisoni e Veber 7), mentre il Persico Stampi Seriana Basket ha capitolato sul parquet del Viadana (77-63; Silva 21, T.Capelli 16, Orlandi 11). Nel girone B, ancora a bocca asciutta i giovanissimi targati Isola Virtus Terno di coach Vicenzutto (Bedini 11, Augeri 8, Aristolao 7), che al PalaLovato di Gorle cedono il passo 43-68 alla Di.Po. Vimercate. In C Gold (gir. Est) ancora al palo una sfortunata XXL BluOrobica Bergamo (G.Stucchi 17, Signore 13, F.Nani 12, Perego 11), che si arrende 69-74 all’Italcementi al cospetto della Libertas Cernusco degli ex ternesi Beretta e Guffanti, mentre l’Evolut Romano Basket (Deleidi 15, G.Villa 13, Chiarello 8) coglie il terzo referto rosa in quattro gare disputate superando la Gilbertina Soresina col punteggio di 60-51.

8 foto Sfoglia la gallery

Il punto sulla Serie D. In Serie D Regionale (gir. A), ben tre bergamasche a punteggio pieno dopo due giornate: la favorita della vigilia RedCat Devices La Torre Basket, l’outsider GB Basket Cologno al Serio e l’Excelsior Bergamo di coach Blasizza. I biancorossi torreboldonesi (C.Cortinovis 14, Ghisleni 12, M.Testa 11) dilagano 60-102 al PalaCBL di Costa Volpino contro i giovani del CB Alto Sebino (M.Cremaschi 22); i colognesi (Chies 20, Perego 12, Merisio e Francioni 10), dal canto loro, si aggiudicano per 70-72 il derby della Bassa contro i padroni di casa del Basket86 Caravaggio (Verri 20, Soliveri 10, Turco e Mandelli 9); i cittadini regolano invece al PalaBorgo la Pol. ARS Rovagnate (72-61; Lussana 15, A.Foresti 10, Tonsi e Zucchetti 9). A completare il quadro, la sconfitta interna del Basket Verdello (67-70 con la TecnoAdda Mandello del Lario) e il colpo esterno (69-73) dell’SBT Treviglio sul campo dell’Autovittani Pescate.

 

[I bimbi del minibasket Cral Dalmine con l’opera di Oliviero Passera, che rappresenta il logo della squadra]

 

Il punto sulla Promozione. In Promozione (gir. “Bergamo 1”), mantengono la casella delle sconfitte intonsa solo il Basket Pedrengo e il Valtexas: gli Zanutto-boys (A.Belloni 16, Cordani 11, A.Ubezio 10) non hanno fatto sconti sul parquet della giovane Brembo Basket Mozzo 2013 di coach Malvestiti (Patrick Signorelli 15, Roncalli e Torri 13), regolata 57-81, mentre i bianconeri cittadini (M.Mora 18, Giussani 15, Damiani 9) hanno espugnato con lo score di 48-57 il campo della Mafalda Spirano (Lazzaretti 13, Alghisi e S.Pedrini 10). Appannaggio della Pol. Brembate Sopra (F.Zanchi 21, M.Capelli 14, Roncoroni 12) il big match di giornata, con il coach gialloverde Stefano Bissola vincente di fronte al suo passato azzano-stezzanese (con tanto di promozione in Serie D ottenuta nel maggio 2013): battuti infatti i neroblu targati 035 Informatica (Padova 14, Gariboldi 10, M.Salvi 8) col punteggio di 64-56.

I bergamaschi protagonisti. Menzione finale per due professionisti orobici protagonisti sui parquet italiani: l’esterno Simone Tomasini (caravaggino classe ‘93), che nella sconfitta della sua Zeus Energy Group Rieti (87-84 in casa della Mens Sana Siena; A2, gir. Ovest) parte in quintetto e raccoglie comunque cifre molto interessanti (16 punti, 10 rimbalzi e 4 assist in 34’), e l’ala Marco Planezio (ala classe ’91 di Alzano Lombardo), che in Serie B Nazionale, con la sua Coelsanus Robur et Fides Varese, ne mette addirittura 23 (conditi da 4 assist) nella sconfitta esterna sul campo della Use Basket Computer Gross Empoli (vincente 87-69).

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli