Agire da privato

Qualche dritta per vendere la casa senza passare per un'agenzia

Qualche dritta per vendere la casa senza passare per un'agenzia
Cronaca 05 Settembre 2017 ore 09:15

Nella vita capitano momenti di grandi cambiamenti, che spingono persone o famiglie a prendere decisioni radicali, come ad esempio vendere la propria casa. E quando questo accade, la paura di affrontare il mercato del mattone in prima persona spinge gli italiani a rivolgersi a un’agenzia immobiliare, per avere la certezza di vendere il proprio immobile affidando questo compito ai professionisti: ma si tratta di una scelta che costa cara, perché le commissioni in percentuale sono molto alte e dunque privano chi vende casa di una parte del guadagno, che dovrà poi essere presumibilmente investito nell’acquisto di un nuovo appartamento. Perché allora non vendere una casa da privato? Ecco come fare.

 

Embed from Getty Images

 

Vendere casa da privato: gli errori più frequenti. Vendere senza agenzie porta un guadagno maggiore dalla casa, ma anche alcuni errori che sarebbe bene evitare. Innanzitutto l’impegno in termini di tempo e di energie: meglio che vi sia un membro della famiglia che si occupi di gestire le chiamate e di organizzare le visite, ma anche la presenza di un notaio esperto di contratti di compravendita è essenziale. A seguire, bisogna anche imparare a ottimizzare il proprio tempo, valutando il profilo di chi si dimostra interessato: non tutti i potenziali clienti sono veri clienti, dato che molti visitano case solo per sport. Inoltre, bisogna sempre essere chiari: il che significa fornire dei preventivi di vendita che includano le spese accessorie, altrimenti è molto probabile che il potenziale acquirente si ritirerà dall’affare. Infine, bisogna considerare che i gusti in termini di arredamento potrebbero non piacere al nuovo proprietario: questo aspetto, però, lo approfondiremo più avanti.

 

Embed from Getty Images

 

Uno step essenziale: il prezzo dell’immobile. C’è un fattore che più di tutti merita attenzione quando si decide di vendere la propria casa: la definizione del prezzo dell’immobile, che deve ovviamente tenere conto del mercato ma senza per questo risultare troppo basso, per evitare di fare pessimi affari. In questa fase serve l’intervento di un professionista, ma anche il fai da te può dare ottimi risultati: ad esempio, su siti come mutuisupermarket.it è possibile trovare diversi strumenti molto utili per effettuare la valutazione degli immobili, e per ottenere un prezzo che sia idoneo sia alla casa, sia alla situazione del mercato (zona o quartiere compresi). Infine, per ottimizzare il prezzo, è sempre il caso di studiare anche in prima persona gli andamenti del suddetto.

 

Embed from Getty Images

 

Home staging: di cosa si tratta. L’home staging è un trend molto diffuso negli USA, che può essere così semplificato: si tratta di una tecnica di de-personalizzazione della casa, in grado di eliminare tutte le componenti eccessivamente personali dell’arredo, per presentare un risultato che possa piacere a chiunque verrà a visitare la casa ponderandone l’acquisto. Ovviamente questa “scienza” dev’essere applicata dai professionisti del settore (gli home stagers, appunto), i quali sono preparati proprio per dare alla casa un aspetto che sia in linea coi tempi e che possa accontentare la maggior parte dei gusti su piazza. Da considerare il fatto che, investendo in un home stager, si ha la possibilità di vendere la casa molto prima rispetto al normale.