1000 € di abbonamento, 70€ il settore ospiti

Costa troppo andare allo stadio I tifosi inglesi e tedeschi protestano

Costa troppo andare allo stadio I tifosi inglesi e tedeschi protestano
Cronaca 10 Febbraio 2016 ore 12:51

Quanto costa andare allo stadio? È la domanda che perseguita tanti tifosi stranieri, costretti a vedere un fenomeno popolare diventare lusso per pochi, con società che spesso scelgono di aumentare il prezzo dei biglietti per far quadrare i conti e strizzare l’occhio ai portafogli che possono permetterselo, meglio se orientali. Sabato la protesta si è fatta piccata ad Anfield Road, casa del Liverpool: durante il match contro il Sunderland migliaia (si dice addirittura 10mila) fedelissimi dei Reds si sono alzati dal proprio posto per incamminarsi verso le uscite, in rotta con la scelta del club di aumentare biglietti e abbonamenti (un anno con Coutinho e compagni costerà tra i 908 e 1029 euro dal prossimo agosto). Prima gli spalti erano colorati di nero: il colore del lutto, quello del calcio senza tifosi. Poi l’“ora x” è scattata al minuto 77, un richiamo all’anno della prima Coppa Campioni vinta dal club inglese e omaggio ad un calcio che, purtroppo, non c’è più, quello accessibile a tutte le tasche. Per altro il Liverpool vinceva 2-0, ma con lo stadio spopolato è riuscito a incassare due colpi secchi dai penultimi in classifica, pareggiando.

 

 

Inghilterra, qui dove il calcio è nato tra le working class e dove ha sempre infiammato i cuori delle classi popolari, c’è una triste tendenza che rischia di trasformare il football in un lusso per pochi. Perché la rabbia di Liverpool è la stessa dei supporters dell’Arsenal, contrari all’ennesimo aumento dell’abbonamento, tanto da costringere la società a rivedere i costi. Nel 2014 fu la Bbc a passare botteghino per botteghino i prezzi della Premier. Risultato? Il prezzo medio dei tagliandi più economici era aumentato più del doppio rispetto a quanto invece era cresciuto il costo della vita Oltremanica. Con picchi di abbonamenti che venivano a costare anche 2600 euro, distanti anni luce dai prezzi popolari che pure grandi club come Barça e Bayern possono offrire ai loro supporters. Per questo non è da escludere che la rivolta di Liverpool non sia un caso isolato: la Football Supporters’ Federation (che raccoglie le tifoserie dei 20 club di Premier) promette nuove proteste di massa, coinvolgendo più stadi contemporaneamente.

 

https://youtu.be/hHPnaI2tFD8

 

Ma a lamentarsi non sono solo gli inglesi. Pure in Germania i supporters alzano la voce, o meglio il braccio, quanto serve per lanciare un’ondata di palline da tennis in campo e protestare in maniera pittoresca ma chiara. Succede alla Mercedes Arena di Stoccarda, dove va in scena un quarto di finale di Coppa di lega tra la squadra di casa e il Borussia Dortmund. I tifosi di quest’ultima non hanno gradito dover sborsare ben 70 euro per entrare nel settore ospiti e assistere ad una gara neanche di campionato. Per 20 minuti, quindi, sono stati fuori, poi ecco la pioggia di palline gialle. Lo stesso colore della maglia della loro squadra, assieme al nero. Che invece è la tinta della loro rabbia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli