Una rassegna di bufale

Quattro notizie che non lo erano Tipo il crudele sondaggio di Libero

Quattro notizie che non lo erano Tipo il crudele sondaggio di Libero
Cronaca 31 Agosto 2017 ore 09:42

 

1) Papa Francesco: «Chi non accoglie i migranti brucerà all'inferno»

Embed from Getty Images

La posizione di Papa Francesco sull'emergenza migranti è stata più volte espressa durante le occasioni ufficiali. La dottrina cattolica, secondo il Pontefice, non può che essere indirizzata verso l'aiuto del prossimo, soprattutto se fugge da guerra e fame. In una recente visita in Guatemala però pare che il Papa abbia alzato i toni sulla questione, dichiarando che chiunque non accolga i migranti sarà destinato all'inferno. Le parole molto dure hanno causato scalpore sui social, dove la notizia è stata condivisa migliaia di volte, scatenando una pioggia di commenti critici nei confronti del Pontefice. La notizia però è stata del tutto inventata ed infatti il sito che l'ha diffusa è ormai noto per la produzione di bufale online.

 

2) Trump aveva avvertito la Spagna degli attentati a Barcellona

Embed from Getty Images

L'attentato di Barcellona ha rivelato ancora una volta la scarsa collaborazione tra i vari corpi di polizia europea, spesso incapaci di condividere informazioni sensibili e fondamentali per la tutela della sicurezza dei cittadini. Secondo quanto scritto su alcuni blog però la Spagna sarebbe entrata in possesso di informazioni molto precise sugli attentatori, il Presidente Trump avrebbe infatti dichiarato di aver addirittura comunicato alle autorità spagnole data e luogo dell'attentato alcune settimane prima dell'attacco. Il governo spagnolo non avrebbe creduto a questa informazione, considerando già efficaci le misure di sicurezza messe in atto. Anche in questo caso non c'è nulla di vero, l'articolo proviene da un blog che spiega tra le informazioni di inventare le notizie a scopo "satirico".

 

3) Preferireste morire durante un terremoto o in un attentato?

Libero Quotidiano presenta spesso titoli forti ed è in alcuni casi molto criticato, ma in seguito al terremoto di Ischia avrebbe decisamente esagerato. In un sondaggio che sarebbe comparso sul sito web, la redazione avrebbe chiesto ai lettori se avrebbero preferito morire durante un terremoto o durante un attentato terroristico.
L'immagine della pagina è circolata sul web in maniera virale, raccogliendo sdegno e commenti di protesta nei confronti del quotidiano. Si trattava però di un fotomontaggio, Libero non ha mai pubblicato un sondaggio simile, ma il vero quesito chiedeva quale fra i terremoti degli ultimi 40 anni avesse scosso maggiormente i lettori.

 

4) Il fratello di Romano Prodi nominato primario a Bologna

La fotografia di quello che viene presentato come il fratello di Romano Prodi è stata diffusa sui social network in questi giorni. Giuseppe Prodi, grazie alla raccomandazione dell'ex Presidente del Consiglio, sarebbe stato nominato primario all'ospedale di Bologna, con uno stipendio record di 550mila euro al mese. Come accade spesso in questi casi si trattava di una bufala, l'uomo ritratto in fotografia è il protagonista di un reality americano chiamato Vite al Limite, diventato piuttosto popolare di recente.