Cronaca
La Co.Mark risveglia la passione cestistica

Quelli decisi a portare Bergamo nei piani alti del basket italiano

Quelli decisi a portare Bergamo nei piani alti del basket italiano
Cronaca 04 Luglio 2016 ore 07:00

È mancato davvero poco, pochissimo, praticamente un sospiro, per trasformare una stagione di altissimo profilo in un autentico capolavoro. Il grande sogno a tinte giallonere - i colori sociali della Co.Mark Bergamo Basket 2014 - si è fermato a un passo dal traguardo, ma il proverbiale “bicchiere” è da considerarsi ben più che mezzo pieno. Due quarti indigesti, in una serie da batticuore portata a gara-5 contro una corazzata come l'APU Udine (con coach Lino Lardo in panchina a guidare - tra gli altri - campioni del calibro di Poltroneri, Zacchetti, Porta e l’ex-Sassari Vanuzzo), non possono “sporcare” un bilancio stagionale che per forza di cose è ottimo, eccellente.

Il medesimo concetto è ribadito dal numero uno giallonero, Massimo Lentsch: «La squadra ha dimostrato di esserci quasi fino alla fine, abbiamo semplicemente pagato la maggiore profondità della formazione udinese. Il sottoscritto e la società tutta hanno comunque fatto il possibile per mettere a proprio agio i giocatori e far lavorare lo staff nelle migliori condizioni possibili. A ulteriore stimolo avevamo messo sul piatto premi e benefit importanti per l’intera squadra: peccato non avercela fatta di un soffio! Questo mancato risultato sportivo, tuttavia, non ci fa demordere!».

 

IMG_4747

 

A questo punto il sodalizio cestistico cittadino non solo ambisce, ma si ritiene più che pronto – in termini di struttura societaria, puntuale e crescente sostegno di partner e sponsor, oltre che per la mole di un movimento cestistico in forte ascesa - per raggiungere l'agognata Serie A2. Il patron Lentsch – in barba agli insistenti rumors circolati al termine della regular season – non pensa minimamente a lasciare la postazione di comando, ma al contrario “raddoppia” il suo impegno, la sua presenza, la sua trascinante energia nella palla a spicchi bergamasca. Un'energia contagiosa. E proprio il pubblico, sempre più numeroso sugli spalti dell'Impianto Italcementi, ed il suo calore trascinante e festante hanno rappresentato la nota forse più lieta e importante nella cavalcata del team così ben allenato da coach Ciocca. Quel pubblico in mezzo al quale siede immancabilmente il patron di BB14, tifoso fra i tifosi, che si dispera e gioisce ad ogni azione dei suoi ragazzi; quel pubblico che è tornato ad appassionarsi al grande basket quintessenzialmente “made in Bergamo”.

 

IMG_5610

 

«L’enorme seguito del pubblico - continua Lentsch - è la vera chiave di volta del nostro progetto: tutti i nostri tifosi hanno capito che i soggetti che presiedono questa società sono persone che mettono anima e cuore in quello che fanno. Il concetto è passato: decine, centinaia le mail e i messaggi di affetto pervenuti, migliaia i commenti e le visualizzazioni sui social, Facebook in primis». E ancora: «Un così considerevole ritorno di appassionati è un tutt’uno con una squadra che gioca con così tanto cuore e passione. Alle nostre partite c’è un clima e uno spirito più che apprezzabili, famiglie e bambini si trovano a loro agio nell’assistere ad uno spettacolo sportivo così coinvolgente. Pazzesco anche il seguito di tifosi rilevato nelle trasferte spesso impegnative: la stessa passione che i giocatori mettono in campo è ribadita sugli spalti dai sempre più numerosi tifosi gialloneri».

Per finire, uno sguardo all’assetto della squadra per la stagione sportiva 2016-2017: «L’ossatura del gruppo verrà ampiamente confermata - rivela Lentsch - ma al tempo stesso vogliamo inserire tre o quattro pedine importanti per “correggere” gli aspetti che ci hanno penalizzato nel rush finale. Il GM Filattiera e tutto lo staff stanno facendo un ottimo lavoro e ho piena fiducia nelle loro competenze: sono sicuro che la squadra che presenteremo ai nastri di partenza sarà tra le favorite del girone B (peraltro già il più competitivo del campionato cadetto), con l’obbiettivo dichiarato di salire al più presto in Serie A2».

Seguici sui nostri canali