La mozione del Pd

Regione Lombardia dà l’ok ai tamponi (anche rapidi) a scuola e a domicilio

L’atto approvato dal Consiglio regionale impegna, inoltre, a «prevedere, secondo le disposizioni nazionali, l’attestazione di guarigione per le assenze per malattia di oltre tre giorni»

Regione Lombardia dà l’ok ai tamponi (anche rapidi) a scuola e a domicilio
07 Ottobre 2020 ore 14:02

I dati sui contagi nel mondo della scuola sono più che rassicuranti, sia a livello locale che su scala nazionale. Tuttavia il fronte scolastico non può essere trascurato, pena il rischio di un aumento esponenziale di nuovi positivi al Covid. Per questa ragione il Partito democratico ha presentato al Pirellone una mozione, approvata dal Consiglio regionale, che impegna la Regione ad attivarsi affinché le Usca possano effettuare i tamponi (anche attraverso i test rapidi non appena saranno disponibili) direttamente a scuola e a domicilio nei casi in cui gli alunni manifestino a casa sintomi compatibili con l’infezione.

«L’emergenza Covid mette a dura prova la continuità didattica nelle scuole – ha commentato Jacopo Scandella, consigliere regionale bergamasco del Pd -. A essere difficoltoso è soprattutto il rientro a scuola in sicurezza dei bambini assenti a causa della malattia».

Inoltre, l’atto impegna a «prevedere, secondo le disposizioni nazionali, l’attestazione di guarigione per le assenze per malattia di oltre tre giorni e a rivedere la delibera regionale del marzo scorso che non consentiva le visite domiciliari – conclude Scandella -. Infine, a chiarire le modalità delle visite domiciliari stesse e di accesso agli ambulatori dei pediatri di libera scelta».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia