Cronaca
«Ora basta!»

Rifiuti in fiamme e atti vandalici alla stazione ecologica di Terno e Chignolo d'Isola

La situazione va avanti ormai da diverse settimane e le due Amministrazioni minacciano provvedimenti forti

Rifiuti in fiamme e atti vandalici alla stazione ecologica di Terno e Chignolo d'Isola
Cronaca Ponte San Pietro e Isola, 31 Dicembre 2022 ore 12:26

Sono ormai due settimane almeno che alla stazione ecologica che serve i Comuni di Terno e Chignolo d'Isola avvengono atti di vandalismo. E ora, come riportano i colleghi di PrimaMerate, le due Amministrazioni chiedono con veemenza che tutto questo abbia fine.

Le foto degli atti vandalici

322931440_974317656785042_7206021621313676153_n-680x408
Foto 1 di 6
322904874_5165006926932890_1050904495707678055_n
Foto 2 di 6
322699156_835264537556235_704769049597472887_n
Foto 3 di 6
323024057_566395955502580_2758032461774499738_n
Foto 4 di 6
323198497_2990914864538524_6511223007774832637_n
Foto 5 di 6
322934975_857524105394087_1978732196397403685_n
Foto 6 di 6

I vandali - pare dei giovani - tagliano le reti perimetrali della struttura per accedervi e commettere una serie di bravate. La conta dei danni è in crescita: cassonetti dati a fuoco, roghi di rifiuti accatastati, finestre rotte, manomissione e uso improprio degli idranti, cartelli divelti, tombini sollevati, contatori dati alle fiamme e, infine, il furto di una telecamera del sistema di videosorveglianza.

La reazione dei Comuni

Le forze dell’ordine, in contatto costante con le Amministrazioni comunali di Terno e Chignolo d'Isola, stanno provvedendo a identificare gli autori di questi atti. I Comuni, nel frattempo, informano i cittadini che, nel caso in cui alcuni dei colpevoli fossero minorenni, saranno i rispettivi genitori a dover rispondere penalmente dei numerosi danni arrecati alla collettività.

Oltre a danneggiare in modo importante il patrimonio pubblico, gli atti vandalici commessi costituiscono un ostacolo al regolare svolgimento di alcuni servizi fondamentali per il decoro urbano e la tutela dell’ambiente. Si tratta di atti di estrema gravità, che le Amministrazioni dei due Comuni sono compatte nel condannare fermamente.

Seguici sui nostri canali