oltre mille euro di refurtiva

Rubano profumi pregiati al "duty free" dell'aeroporto: fermati due turisti bielorussi

Il primo è stato arrestato in flagranza di reato e denunciato per documenti falsi, il secondo, denunciato in stato di libertà, era complice

Rubano profumi pregiati al "duty free" dell'aeroporto: fermati due turisti bielorussi
Cronaca Bergamo, 02 Agosto 2021 ore 18:03

Pensando di non essere notati dagli addetti alla sicurezza hanno rubato e nascosto nel bagaglio a mano cinque boccette di profumi pregiati, che sommate sul mercato costerebbero oltre mille euro.

A tentare il colpo, domenica scorsa (1 agosto), nell’area "duty free" dell’aeroporto di Orio al Serio, sono stati due cittadini bielorussi. Il primo, nato nel 1992, è stato arrestato dalla polizia di frontiera in flagranza di reato e denunciato perché trovato in possesso di documenti falsi; il secondo giovane, classe 1993, è stato denunciato in stato di libertà perché complice nel furto.

Grazie al sistema di video sorveglianza gli agenti hanno ricostruito i movimenti dei due sospettati tra gli scaffali del negozio. Ma mentre il primo giovane è stato bloccato dalla polizia mentre stava nascondendo i profumi nello zaino, il secondo è riuscito a scappare tra gli altri viaggiatori.

Il ventottenne, per farla franca, ha gettato la refurtiva in un cestino dei rifiuti e si è anche cambiato d’abito, ma è stato intercettato al gate, prima che salisse a bordo dell’aereo in partenza. I profumi rubati sono stati tutti recuperati e il giovane arrestato è stato processato questa mattina (lunedì 2 agosto) per direttissima.