Polemiche infinite

Ruota in centro, chiamata in causa l’Anticorruzione. Il vicesindaco Gandi: «Si fa opposizione solo a colpi di denunce»

Dopo il fascicolo aperto in Procura in seguito a una denuncia, presentato un esposto anche all'Anac. Il membro della Giunta su Facebook: «Non si riesce a proporre una visione alternativa senza necessariamente presupporre la disonestà altrui?»

Ruota in centro, chiamata in causa l’Anticorruzione. Il vicesindaco Gandi: «Si fa opposizione solo a colpi di denunce»
Bergamo, 11 Febbraio 2020 ore 11:24

La ruota panoramica che ha “acceso” il Natale di Bergamo non è più presente in quel di Piazza Matteotti da ormai un mese, eppure continua a far discutere. Nonostante (l’evidente) successo di critica ottenuto, concretizzatosi anche nei numeri delle presenze di visitatori in città durante il periodo festivo, c’è qualcuno a cui quella ruota non è proprio andata giù.

Ad alzare la questione è stato, oltre un mese fa, Orio Zaffanella, presidente dell’associazione Mordilavita, che ha presentato una denuncia per la presunta «mancata indizione di procedura a evidenza pubblica» per l’installazione della ruota. In altre parole, secondo Zaffanella il Duc (primo promotore dell’iniziativa), essendo un ente di espressione pubblica, avrebbe dovuto indire un bando per scegliere chi avrebbe dovuto montare e gestire l’attrazione. In seguito alla denuncia, la Procura ha aperto un fascicolo di indagine contro ignoti.

La ruota panoramica vista dalle Mura

Alla vicenda, però, si aggiunge ora un nuovo capitolo: lo stesso Zaffanella ha presentato un esposto anche all’Anac, ovvero l’Autorità nazionale anticorruzione, ente con cui il Comune di Bergamo sta già avendo a che fare per quanto riguarda l’iter di realizzazione del parcheggio alla Fara. Sebbene Palazzo Frizzoni, fino a ora, si sia sempre detto tranquillo sulla questione ruota panoramica, c’è anche chi un minimo di “fastidio” per la situazione lo sta dimostrando.

Si tratta, in particolare, del vicesindaco e assessore alla Sicurezza e al Bilancio Sergio Gandi, che su Facebook ha scritto: «Di oggi la notizia che la ruota panoramica viene spedita da qualcuno anche all’Anac. Ora, non ho mai scritto nulla su denunce e inchieste perché rispetto le opinioni di tutti e rispetto, soprattutto, magistratura e autorità di controllo. Ma ora mi chiedo: l’opposizione e la critica all’Amministrazione in carica si fanno solo a colpi di denunce in Procura e all’Anac? Non si riesce a proporre una visione alternativa senza necessariamente supporre o presupporre la disonestà altrui o la violazione delle regole? Esiste un dibattito pubblico sulla nostra città che esuli da denunce ed esposti?». Una stoccata alle opposizioni in Consiglio, che, effettivamente, in questo secondo mandato di Gori sembrano in difficoltà nel trovare punti su cui attaccare in maniera compatta la Giunta.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia