Curiosità

Una sagra dedicata agli insetti Si studiano e… si mangiano

Una sagra dedicata agli insetti Si studiano e… si mangiano
20 Luglio 2019 ore 10:30

Sono 1.400 le specie di insetti considerati commestibili e quasi cento i Paesi in cui si mangiano: ben 36 in Africa, 23 nelle Americhe, 29 in Asia e persino 11 in Europa secondo la National Geographic Society. L’usanza di mangiare insetti è più frequente ai Tropici in cui è maggiore la presenza e più facile la raccolta. Ma qui dalle nostre parti, diciamolo, l’idea fa ancora un po’ senso.

4 foto Sfoglia la gallery

Per appassionarsi nei confronti di chi costituisce i due terzi del totale degli esseri viventi presenti sul pianeta Terra, non solo dal punto di vista alimentare, domenica dalle 9.30 alle 22.30 c’è un evento ad hoc all’Edonè: “Polento”, prima fiera bergamasca all’insegna dell’entomologia. Qui si potranno trovare insetti ed altri artropodi insoliti: fasmidi, coleotteri, lepidotteri, mantidi, millepiedi e chi più ne ha più ne metta. Non mancheranno anche anfibi, rettili e chiocciole giganti. Insomma, durante tutta la giornata del 21 luglio ci sarà un’invasione di insetti che in confronto l’ottava piaga d’Egitto fa un baffo. Espositori, venditori, mostre fotografiche, laboratori per bambini ed adulti Ed è solo un assaggio di ciò che si può trovare. L’evento è organizzato da Piedi di Serpente e l’ingresso è gratuito.

Programma. Scorrendo il programma, segnaliamo alle 10.30 il laboratorio “Un hotel per insetti”, a cura di Carolina Pasinetti, dell’associazione Noi Alpi. Gli hotel per insetti rappresentano un’alternativa urbana agli spazi naturali, sempre più rari a causa dell’intervento antropico. Molti degli insetti che vi trovano riparo ricoprono un ruolo fondamentale per l’ecosistema e per l’uomo, e consentono l’impollinazione e la lotta biologica contro altre specie per noi dannose.  Alle 16.30, invece, laboratorio “Una casa sulle spalle”, a cura di Marco Rampinelli, sempre a cura di Noi Alpi. Tutti sanno che cos’è una chiocciola e tutti sanno riconoscere una limaccia (o “lumacotto”), ma quanto si sa realmente di queste creature? Sono davvero tutte così lente e goffe come si è abituati a considerarle? Dalle 16 alle 18 corso di acquerello “Fiori e farfalle” di Marina Fusari; alle 21.30 proiezione di “Microcosmos – il popolo dell’erba”, a cura di Lab 80 film. Ci sono anche delle mostre, tra cui “Armature”, fotografie di Marco Colombo, naturalista.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia