Presenze sgradite

Scarafaggi, scarafaggi dappertutto A Dalmine si cerca una soluzione

Scarafaggi, scarafaggi dappertutto A Dalmine si cerca una soluzione
Cronaca 12 Settembre 2018 ore 03:00

Escono dai tombini e dai pozzetti dei lampioni, sono decine e invadono i giardini di alcune abitazioni in diverse vie del paese. Questo nonostante il Comune abbia fatto una regolare disinfestazione, come del resto avviene ogni anno anche per ratti e zanzare. Si tratta di blatte, che attendono il buio per uscire a frotte dai pertugi della strada e per andare alla ricerca di cibo negli spazi verdi delle residenze dei cittadini dalminesi. Quest’estate più che mai. Negli scorsi anni di scarafaggi se ne vedevano, come succede in ogni città, ma erano pochi e chi se li trovava in giardino si liberava velocemente del problema utilizzando i comuni insetticidi. La deblattizzazione commissionata dall’Amministrazione funzionava, per la quantità di insetti presenti.

 

Gianluca Iodice, consigliere di Forza Italia a Dalmine

 

Quest’anno, complice probabilmente l’umidità, il caldo e la pioggia caduta abbondantemente, le blatte hanno proliferato a tal punto che gli interventi programmati non sono stati sufficienti a contenere la loro crescita. Il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, Gianluca Iodice, ha deciso di interessarsi al problema e, attraverso un post su Facebook, ha chiesto ai cittadini quali fossero le vie più colpite dall’invasione delle blatte. Questo al fine di fornire all’Amministrazione informazioni più precise possibile per interventi mirati. Tanti i dalminesi che hanno risposto denunciando il disagio dovuto agli scarafaggi nelle vie Trieste, XXV Aprile, Colleoni, zona Cascina Bianca e cascina Colombera, via Passo Tonale, Maestri del lavoro, viale Brembo, via Pastrengo, Salmeggia, Cinquantenario, Mantegna, Solferino, Giotto, Calvi e San Francesco.

«Dopo aver effettuato un sopralluogo in alcune delle vie segnalate ed aver effettivamente riscontrato il problema – spiega Iodice –, ho deciso di presentare un’interrogazione in Consiglio comunale per avere maggiori risposte dall’Amministrazione in merito alla questione». Il consigliere ha controllato eventuali mancanze a livello di interventi di deblattizzazione, ma non ne ha riscontrati. L’impresa incaricata è intervenuta nei mesi di maggio, giugno e luglio. «Evidentemente il clima di questa estate è stato favorevole al proliferare degli scarafaggi, che tra l’altro sono animali pericolosi...

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 29 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 13 settembre. In versione digitale, qui.