Cronaca
L'addio

Schilpario piange Michela Giudici, morta per un malore a 28 anni

Da tre anni gestiva un negozio di fiori e composizioni “Petali e pensieri” nel centro del paese

Schilpario piange Michela Giudici, morta per un malore a 28 anni
Cronaca 22 Febbraio 2021 ore 01:18

Era ricoverata a Brescia da 10 giorni per uno scompenso cardiaco, ma le sue condizioni sembravano in via di miglioramento. Invece Michela Giudici, 28enne di Schilpario, non ce l’ha fatta: se n’è andata per un repentino peggioramento. Da un anno aveva scoperto di soffrire di una malattia autoimmune, ma il piano terapeutico che le era stato prescritto sembrava funzionare. Invece sono arrivate le complicazioni.

2 foto Sfoglia la gallery

Era molto conosciuta in paese, dove tre anni aveva rilevato un  negozio in centro al paese: un’edicola con vendita di fiori e composizioni confezionate in proprio. “Petali e pensieri”, questo il nome della bottega, aveva in vetrina anche oggetti fatti con la cera e con il sapone. Era molto attiva in oratorio e con il gruppo giovani.

Michela lascia la mamma Emma, il papà Gianroberto, il fratello Luca, la nonna Giovanna. La famiglia ha acconsentito alla donazione degli organi. Il funerale verrà celebrato nella chiesa parrocchiale di Schilpario (dove è stata composta la salma) domani, martedì 23 febbraio, alle 15.