a pochi passi dalla stazione

Scoppia una lite in via Novelli: accoltellato a morte un uomo di 34 anni

L'uomo stava camminando in strada con moglie e figli quando è stato pugnalato. La lite sarebbe scoppiata per futili motivi

Scoppia una lite in via Novelli: accoltellato a morte un uomo di 34 anni
Cronaca Bergamo, 08 Agosto 2021 ore 14:52

Un litigio, pare scoppiato per futili motivi, è degenerato al punto da terminare nel sangue. Questa mattina, domenica 8 agosto, un uomo di 34 anni di origine tunisina, in Italia da parecchi anni e residente a Terno d'Isola, è stato accoltellato a morte a Bergamo in via Novelli, a pochi passi dalla stazione ferroviaria e dal comando stazione dei carabinieri.

Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica con cui si sono svolti i fatti. Nel frattempo l’autore dell’omicidio, un diciannovenne di origine italiana, è stato fermato e portato in caserma dai militari. Qui, dopo essere arrivato, il giovane si è sentito male ed è stato trasportato all'ospedale di Bergamo.

5 foto Sfoglia la gallery

L'incidente si è verificato poco dopo le 13. Pare che la vittima, Marwen Tayari, stesse percorrendo insieme alla moglie e ai figli, una minorenne e un neonato nel passeggino, la strada che collega viale Papa Giovanni XXIII con via Paglia quando, arrivato all'altezza del parcheggio adiacente al quotidiano L’Eco di Bergamo, avrebbe urtato il giovane.

Ne sarebbe nata una discussione dai toni accesi. Quando la lite pareva essere conclusa il giovane italiano si sarebbe allontanato, tornando nella sua abitazione poco distante, avrebbe preso un coltello e avrebbe raggiunto nuovamente il trentaquattrenne, pugnalandolo al petto.

L'arma utilizzata per l'omicidio sarebbe un coltello a serramanico, che è stato sequestrato dai militari e che la scientifica, con ogni probabilità, sottoporrà ad ulteriori analisi di laboratorio. Il fendente non ha lasciato scampo alla vittima. Per soccorrere l’uomo è intervenuto il personale sanitario a bordo di un’ambulanza e di un’automedica. Il tentativo dei medici di rianimarlo eseguendo il massaggio cardiaco è stato vano.

Le forze dell'ordine hanno chiuso la strada, anche per evitare che curiosi potessero interferire con i rilievi utili alle indagini. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, la polizia e una pattuglia della polizia locale, oltre a una squadra della scientifica.