Cronaca
Residenti in paese

Scuole e palestra devastate a Covo: confessano due quindicenni del paese

I ragazzini hanno confessato. Dietro al gesto, il risentimento per la bocciatura in prima medie di uno dei due. Le famiglie dovranno pagare i danni

Scuole e palestra devastate a Covo: confessano due quindicenni del paese
Cronaca 01 Ottobre 2022 ore 11:55

Sono stati individuati i colpevoli che nel tardo pomeriggio del 17 settembre si sono introdotti nell'Istituto Comprensivo Lorenzo Lotto di Covo, devastando diverse aule della scuola dell'infanzia, delle elementari e la palestra.

Si tratta di due quindicenni di origini marocchine, entrambi residenti a Covo: hanno confessato di fronte al maresciallo dei carabinieri di Romano di Lombardia, Francesco d'Oriano, che avevano fin da subito avviato un'attività investigativa.

covo-3
Foto 1 di 8
covo-5
Foto 2 di 8
covo-7
Foto 3 di 8
covo-2
Foto 4 di 8
covo-6
Foto 5 di 8
covo-4
Foto 6 di 8
covo-8
Foto 7 di 8
covo-1
Foto 8 di 8

All'origine del gesto, hanno raccontato, ci sarebbe un sentimento di vendetta nei confronti della scuola e dei docenti che avevano bocciato uno dei due in prima media (entrambi frequentano ora le superiori). Raggiunto l'istituto in sella alle loro biciclette nel tardo pomeriggio, i ragazzini si sono introdotti prima scavalcando la recinzione e poi forzando una porta.

Una volta dentro, si sono scagliati su mobili e materiale scolastico, mandando in frantumi finestre e ribaltando le macchinette automatiche per rubare le monete contenute al loro interno. Hanno devastato varie aule di entrambe le scuole e la palestra.

I quindicenni sono stati denunciati alla Procura del Tribunale dei minori di Brescia per danneggiamento e furto aggravato: i danni provocati all'interno delle scuole, ha fatto sapere il sindaco di Covo Andrea Capelletti a L'Eco di Bergamo, saranno pagati dalle due famiglie.

Seguici sui nostri canali