Il lutto

Se ne è andato Davide Calvi, la Val Brembana piange un pezzo della sua storia

Per decenni è stato sindaco a Moio de' Calvi, facendo grande la sua piccola comunità

Se ne è andato Davide Calvi, la Val Brembana piange un pezzo della sua storia
Cronaca Val Brembana e Imagna, 23 Luglio 2021 ore 01:36

Un giorno triste per la comunità di Moio de' Calvi e per l'intera Valle Brembana. Nella serata di giovedì 22 luglio è morto Davide Calvi, 82 anni, per oltre mezzo secolo impegnato nel Comune, dove era stato sindaco dal 1976 al 2004 e dal 2009 al 2014. Se ne è andato al Centro Don Palla di Piazza Brembana, dove era ricoverato da alcuni giorni, dopo il progressivo aggravarsi di una malattia latente.

Nato a Moio, frazione Curto, nel 1939, Davide nel 1962 era entrato a far parte per la prima volta di una commissione comunale e da allora il municipio è praticamente stato la sua seconda (o addirittura prima) casa. Qualcuno, scherzando (ma non troppo) si chiedeva se il «de' Calvi» che si aggiunge a Moio fosse in suo onore.

Una dedica che mai come in questo caso sarebbe stata opportuna, per un uomo che ha fatto grande la sua piccola comunità, dotandola di ogni possibile servizio e motivando intere generazioni grazie all'orgoglio che contraddistingue la gente dell'Oltre la Goggia. Una vera e propria icona, pronto a lottare in ogni ambito per vedere riconosciuti i diritti della sua gente.

«Aveva un carattere unico - racconta Giambattista Gherardi, sindaco a Moio dal 2004 al 2009 con Davide al fianco - e ha insegnato a tutti a fare dei principi un motivo di generoso, infinito servizio. Moio, che definiva "la Sanremo della Val Brembana", era per lui un valore unico e non negoziabile, si trattasse dei fondi Bim, degli arretrati Imu da valorizzare, della cabina telefonica da salvare o della mega tombola con cui coinvolgere e divertire. Lo avevo sentito negli ultimi giorni e pur sofferente aveva comunque chiesto ragguagli dell'attività amministrativa. Con lui se ne va una generazione che ha fatto la storia della Valle, con amministratori come Piero Busi e Raimondo Balicco, morti lo scorso anno».

Fra i progetti creati da Davide Calvi impossibile non ricordare quello legato alle Mele della Val Brembana, nato a Moio nel 1992, che ha visto fondare nel 2007 l'Associazione Frutticoltori Agricoltori Valle Brembana, con centinaia di aderenti in tutta la Valle e di cui era presidente onorario.

Davide lascia la moglie Gabriella, il figlio Roberto con Simona e l'amato nipote Filippo. La salma è composta nella casa di via Vittorio Veneto a Moio, a pochi passi dal Municipio. I funerali sono fissati per sabato 24 luglio alle 15 nella parrocchiale di San Mattia Apostolo. Nello stesso giorno l'amministrazione comunale retta dal sindaco Alessandro Balestra ha proclamato il lutto cittadino.