Higuain e Dybala castigano una grande Dea (1-3)

Higuain e Dybala castigano una grande Dea (1-3)
22 Novembre 2019 ore 10:02

SECONDO TEMPO

92′ – GOL DELLA JUVE. La chiude Dybala con un bel gol. Giocata di Higuain, Dybala va in uno contro uno e poi punisce sul primo palo fingendo il tiro a giro. Partita straordinaria dell’argentino. Peccato per l’Atalanta, che fino al 75′ ha dominato la partita.

82′ – GOL DELLA JUVE. Risultato ribaltato: Dybala per Cuadrado, assist a rimorchio per Higuain che arriva e mette dentro! C’era però un nettissimo fallo di mano di Cuadrado a inizio azione. Ma l’arbitro non vede e concede la rete. 1-2

77′ – GOL DELLA JUVE. Azione confusa e fortunata per i bianconeri. Higuain si gira velocemente in area, conclude verso la porta, ma decisiva è la deviazione di Toloi che spiazza Gollini! 1-1

67′ – OCCASIONE PER LA JUVE. Azione clamorosa di Dybala che parte dalla metà campo e arriva in area, ma cerca un ultimo dribbling mentre avrebbe potuto tirare. La migliore della Juventus.

63′ – Gran ripartenza di Gomez, poi palla per Muriel: il colombiano va per il diagonale, ma c’è ancora De Ligt con una grande chiusura.

58′ – Doppio cambio. Nella Dea fuori Barrow e dentro Muriel. Nella Juventus fuori Bentancur e dentro Douglas Costa.

56′ – GOOOOOOOL  DELL’ATALANTA. Barrow con un bel lavoro sulla destra, salta Bentancur e De Sciglio, mette il cross sul secondo palo dove Gosens di testa non sbaglia. Dormita di Khedira e Cuadrado!

 

PRIMO TEMPO

49′ – Finisce 0-0 la prima frazione di gioco. Ottimo primo tempo dell’Atalanta che almeno in tre occasioni è andata vicinissima al gol. Barrow ha sbagliato un calcio di rigore stampando la palla sulla traversa. La Juventus era partita molto bene, ma nella seconda fase è stata costretta a subire il gioco dei nerazzurri.

46′ – Ammonito Quadrado per fallo su Gosens.

44′ – Ammonito Gosens per fallo su Bentancur.

40′ – Ammonito Freuler per fallo su Higuain.

29′ – La Juventus sta faticando non poco sugli esterni. L’Atalanta è decisamente uscita rispetto all’avvio complicato.

26′ – Ammonito Dybala per proteste.

24′ – OCCASIONE PER L’ATALANTA. Gomez con una palla tesa bassa difficile, Szczesny respinge, Hateboer va a colpo sicuro ma De Light compie un clamoroso salvataggio a portiere battuto.

20′ – OCCASIONE PER L’ATALANTA!! Cross di Gomez, Pasalic sale di testa e la mette all’angolino: Szczesny si supera e dice di no.

16′ – Rigore per l’Atalanta. Fallo di mano di Kedira in area dopo un passaggio di Gomez: rigore per l’Atalanta, ma Barrow spara sulla traversa con Szczesny spiazzato e Pasalic non riesce a intervenire. Nulla di fatto per la Dea!

11′ – Atalanta che rispetto al solito sta facendo fatica ad uscire, Juventus molto attenta nelle coperture e nel pressing alto in questo avvio di partita.

9′ – Ammonito Palomino troppo aggressivo su Higuain

6′ – Ammonito Higuain per brutto fallo su Gollini in uscita fuori dall’area.

3′ – Djimsiti di testa su calcio d’angolo ma non trova la porta di poco. Buona occasione per l’Atalanta.

 

FORMAZIONI UFFICIALI

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Gomez, Barrow. All.: Gasperini.
A disposizione: Sportiello, Rossi F., Masiello, Kjaer, Arana, Castagne, Ibanez, Muriel, Traore, Piccoli.

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, De Sciglio; Khedira, Pjanic, Bentancur; Bernardeschi; Dybala, Higuain. All.: Sarri.
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Rugani, Demiral, Danilo, Emre Can, Matuidi, Ramsey, Douglas Costa.

Arbitro: Rocchi di Firenze.

 

Al Gewiss Stadium la Juve di Sarri affronta l’Atalanta di Gasperini con l’obiettivo di tenere a distanza di sicurezza l’Inter, impegnata stasera in trasferta con il Torino. I bianconeri sono l’unica squadra imbattuta della Serie A e vantano la miglior difesa del campionato (9 gol incassati in 12 giornate). L’Atalanta vanta invece l’attacco più prolifico, con 30 reti realizzate. La Juve non perde in Serie A con i bergamaschi da quasi 19 anni.

 

IL PREPARTITA DI FABIO GENNARI

Duvan Zapata non è stato convocato per la super sfida in programma oggi alle 15 al Gewiss Stadium di Bergamo contro la Juventus. È questa la notizia più importante per i tifosi della Dea, che fa passare in secondo piano anche l’assenza di Cristiano Ronaldo nella Juventus. Gasperini ha chiesto l’aiuto dei tifosi e i sostenitori orobici hanno risposto alla grande: è infatti prevista una bella coreografia che i ragazzi della Pisani proporranno in tutto lo stadio.

 

 

Zapata out, ha deciso il ragazzo. La situazione di Zapata l’abbiamo seguita e monitorata per tutta la sosta. La fiducia che abbiamo espresso a più riprese non è stata esagerata, perché si è sempre alimentata attraverso informazioni che uscivano da Zingonia. Negli ultimi giorni il centravanti numero 91 della Dea si è allenato alla grande con i compagni e tutti sappiamo di che tipo sono le sedute di lavoro con Gasperini quindi l’equazione è stata semplice: si allena bene, spinge forte perciò è a posto. Invece, alla vigilia del match, il giocatore ha preferito fermarsi. Non si sente ancora sicuro dopo l’infortunio subito in Nazionale. In conferenza stampa, prima dell’allenamento di venerdì, Gasperini era stato chiaro: “Ha lavorato benissimo ma non si sente sicuro. Proviamo ancora oggi”. Fatte le prove, Zapata si è chiamato fuori. A questo punto bisognerà vedere se tra tre giorni contro la Dinamo Zagabria la situazione sarà diversa oppure no.

 

 

Le altre scelte, giocano Muriel e Kjaer. A prescindere da Zapata, qualche dubbio di formazione per Gasperini resta. Detto che adesso conta solo la Juventus, in conferenza il tecnico ha tenuto lontani i pensieri di Champions League, in difesa davanti a Gollini giocheranno Toloi, Palomino e uno tra Kjaer (favorito), Djimsiti e Masiello. In mezzo al campo ci sono pochi dubbi, i titolari saranno Hateboer, de Roon, Freuler e Gosens mentre in attacco c’è un po’ di nebbia in più sulle scelte. Gomez è l’unico sicuro di scendere in campo, l’altro titolare abbastanza certo di una maglia è Pasalic, mentre per il ruolo di centravanti la scelta dovrebbe ricadere su Muriel. Il colombiano è in condizione di giocare: la presenza tra i convocati, lo ha detto anche Gasperini, è un segno che possa scendere subito in campo. Le altre opzioni sul tavolo sono Barrow e il giovane Traorè con Piccoli (in panchina con la Primavera) e Colley (84’ minuti con la formazione di Brambilla) che sembrano in lista solo per riempire la panchina.

 

 

Stadio pieno, coreografia della Pisani. In attesa del numero ufficiale di spettatori, è chiaro da giorni che lo stadio è esaurito. Venerdì sera alle 23.30 restavano quattro biglietti disponili in Tribuna d’Onore, tutti gli altri posti sono stati polverizzati e si va verso il record di spettatori e d’incasso da quando lo stadio è tornato ad aprire i battenti. Per festeggiare al meglio la prima gara ufficiale di alto livello e per sostenere i nerazzurri ci sarà anche una coreografia organizzata dalla Curva Pisani. I ragazzi della Nord hanno pubblicato sul proprio profilo Facebook “Sostieni la Curva” un comunicato per annunciare quello che verrà realizzato poco prima del fischio d’inizio. “Domani in occasione della partita contro la Juve servirà un ambiente esplosivo ecco perché stiamo ultimando i preparativi per una coreografia che coinvolgerà TUTTO LO STADIO. Massima collaborazione e aiuto da TUTTI, nella realizzazione. Ringraziamo già la gente che ci darà un contributo per coprire le ingenti spese. Addosso!!”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia