Dare una mano

Servono cuochi negli ospedali di Seriate, Alzano, Gazzaniga, Piario e Lovere: come candidarsi

Ascom cerca personale diplomato ed esperto disponibile a lavorare per le cucine dei presidi ospedalieri dell'Asst Bergamo Est

Servono cuochi negli ospedali di Seriate, Alzano, Gazzaniga, Piario e Lovere: come candidarsi
Seriate, 18 Marzo 2020 ore 10:53

Si parla spesso, giustamente, di tutte quelle persone che ogni giorno combattono in prima linea la tragica e durissima battaglia contro il Coronavirus: medici, infermieri, operatori sanitari. Abbiamo anche parlato di chi, per permettere a tutti noi di poter stare a casa, escono di casa e mettono a rischio la loro salute: titolari di attività commerciali di beni di prima necessità, commessi di supermercati, trasportatori, autisti, fattorini, magazzinieri. Ma c’è un’altra categoria di professionisti, meno nominata, che sta dando il suo fondamentale contributo in questo difficile momento: è tutto il personale ospedaliero del “dietro le quinte”. Tra questo, ci sono anche i cuochi degli ospedali.

Non è un lavoro semplice, men che meno in questo delicato momento. Le tutele ci sono, ma tocca confrontarsi ogni giorno con quei grandi luoghi della sofferenza che sono gli ospedali, oggi più che mai. La loro attività, però, è tanto utile quanto necessaria. Per questo segnaliamo che l’Asst Bergamo Est, che gestisce i presidi ospedalieri di Seriate, Alzano Lombardo, Gazzaniga, Piario e Lovere, stanno cercando cuochi diplomati. Lo riferisca Ascom, che aggiunge: «Lavoro in sicurezza con cucine distaccate, al personale verranno forniti gli ausili di protezione. Inviate la vostra disponibilità a info@ascomformazione.it».

Nel caso in cui foste interessati, nel caso in cui foste dei professionisti del settore che, dato il momento, non state lavorando ma volete dare una mano, nel vostro piccolo, a tutti quanti per superare questa difficile fase, scrivete alla mail sopra indicata. Grazie a tutti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia