Cronaca
Tipo che bisogna dire addio alla pasta

Sfatiamo alcuni luoghi comuni sul ritorno alla forma perfetta

Sfatiamo alcuni luoghi comuni sul ritorno alla forma perfetta
Cronaca 05 Settembre 2015 ore 18:08

Con l'inizio di settembre molti di noi stanno pensando di rimettersi in forma (da lunedì, s'intende). Ciò significa fare attenzione sia a ciò che mangiamo, sia all'attività fisica, perché le due cose vanno di pari passo. Ma bisogna essere molto cauti: quando si tocca questo tema, infatti, sono moltissimi i luoghi comuni che, in realtà, si dimostrano poi falsi alla prova dei fatti. Eppure molti resistono, immutati e incrollabili nel tempo. Altre volte, invece, ci sono convinzioni tutte nostre che è difficile far cadere. Insomma, la strada verso una forma fisica ottimale è irta e assai ricca di ostacoli. Cerchiamo dunque, con questo articolo, di sfatare alcuni falsi miti sul ritorno in forma.

 

L'esercizio fisico è tutto ciò che conta quando si vuole perdere peso

Beh, non proprio. Sul breve periodo le ricerche dimostrano che è molto più efficiente, in tal senso, una buona dieta che un'intensa attività fisica. Sul lungo periodo, invece, dieta e attività fisica devono andare di pari passo, anche se Philip Stanforth, scienziato dell'esercizio presso il Fitness Institute of Texas, precisa: «Gli studi dimostrano che, in termini di perdita di peso, una buona dieta gioca un ruolo molto più importante di una buona attività fisica. Nonostante questo, se si osservano le persone che hanno perso molti chili in un periodo di tempo medio-lungo, è innegabile che l'esercizio abbia giocato un ruolo fondamentale». Insomma, se volete solo perdere quei due chiletti prima di quel matrimonio, la cosa migliore da fare è stare attenti a ciò che mangiate. Se invece volete perdere qualche chilo in più, affidatevi a un buon dietologo e poi abbinate alla dieta un'attività fisica in linea con la vostra alimentazione.

 

L'allenamento con i pesi trasforma il grasso in muscoli

Niente di più sbagliato. Il sollevamento pesi è un esercizio, non un numero di magia. Il grasso corporeo, per sua natura, non potrà mai trasformarsi in muscoli. L'esercizio, però, vi permetterà prima di bruciare i grassi e successivamente di scolpire il vostro corpo. La creazione di una massa muscolare valida, inoltre, vi permetterà di "occupare" gli spazi lasciati vuoti dal grasso. Si tratta però di due processi diversi.

 

La mattina è l'unico momento adatto all'esercizio fisico all'aria aperta

Assolutamente no, diversi studi dimostrano infatti che l'esercizio fisico all'aria aperta porta gli stessi risultati sia se fatto la mattina che se fatto al pomeriggio o alla sera. Detto ciò, la mattina è forse il momento migliore in cui allenarsi per altri motivi: innanzitutto perché aiuta il nostro fisico a mettersi in azione per la giornata che abbiamo appena cominciato, aumentando a maggior velocità i livelli energetici. Un interessante studio, invece, ha dimostrato che allineare il nostro orologio biologico a quello di Madre Natura dà al nostro metabolismo una piccola spinta verso il perfetto funzionamento.

 

Pochi minuti sul tapis roulant vi permettono di iniziare a bruciare grassi

Tenendo conto che dovremmo bruciare 3.500 calorie (cioè molte più di quante in media un essere umano ne ingerisce in una giornata) per buttare giù un chilo di grasso, si può capire quanto questa affermazione sia priva di fondamento. Solo un'attività fisica prolungata nel tempo aiuta veramente a bruciare grassi, mentre quella saltuaria non serve a nulla. Un adulto medio brucia circa 330 calorie correndo per circa 20 minuti a un ritmo moderato: se lo si fa una volta ogni tanto, quanto ci metteremmo a perdere un solo chilo?

 

Tenere un diario alimentare è un modo affidabile di controllare la nostra alimentazione

Non è proprio così. La psicologia ha dimostrato che anche se ci sforziamo di essere i più oggettivi e accurati possibili, tendiamo sempre e comunque a sopravvalutarci, o comunque a darci maggiori meriti di quelli che in realtà abbiamo. Lo stesso Stanforth afferma: «Le persone tendono a sovrastimare la propria attività fisica e a sottovalutare la quantità di cibo mangiato. Si pensa sempre di aver lavorato molto e di aver mangiato poco». Peccato che non sia sempre così, anzi...

 

Per perdere peso bisogna tagliare carboidrati e zuccheri

Il problema della diete è sempre lo stesso: sono soluzioni temporanee. Se si vuole realmente tornare in forma bisogna riuscire ad apprendere uno stile alimentare che possa essere tenuto valido per tutta la vita. Eliminare quindi alcuni alimenti nel periodo in cui abbiamo deciso di metterci a dieta serve a poco o a nulla se, una volta finita la "tortura", torniamo a mangiarli senza problemi. In realtà sia carboidrati che zuccheri sono fondamentali per il nostro organismo. Eliminarli potrebbe essere nocivo.

 

Correre una maratona è il modo migliore per rimettersi in forma

Buone notizie: non è assolutamente vero. Studi dimostrano che è possibile raggiungere gli stessi obiettivi di lunghe ore di allenamento anche grazie a intense sessioni di esercizio fisico di pochi minuti. Correre velocemente e sotto sforzo per 10 minuti, ad esempio, può fornire gli stessi benefici di ore e ore di allenamento. Senza contare che tenere sessioni di allenamento più brevi, ma molto intense, è anche più divertente per la maggior parte delle persone.

 

Basta fare attività fisica due volte a settimana

Se siete persone già molto attive, allenarsi due volte a settimana basta per restare in forma. Se invece volete migliorare, è dura a questi ritmi. Shawn Arent, scienziato dell'esercizio presso la Rutgers University, ci butta tutti nello sconforto: «Per un programma di lavoro fisico strutturato, il minimo è tre giorni a settimana. Anche se, tecnicamente, bisognerebbe fare un po' di esercizio ogni giorno». La fa facile il professor Arent.

 

Le bevande energetiche sono la cosa migliore da bere dopo allenamento

Se siete dei fissati di Gatorade ed affini, sappiate che in realtà servono a poco. Queste bevande, infatti, sono spesso poco più di acqua e zuccheri. Gli esperti raccomandano, dopo una sessione d'allenamento, l'assunzione di almeno 20 grammi di proteine (non importa da quale fonte) e di moltissima acqua. Non esistono intrugli magici quindi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter