Terrorismo internazionale

Il siriano fermato a Orio con immagini dell’Isis: pena ridotta e scarcerazione

Ha un permesso di soggiorno temporaneo in Italia perché gli è stato riconosciuto l’asilo

Il siriano fermato a Orio con immagini dell’Isis: pena ridotta e scarcerazione
26 Gennaio 2020 ore 06:40

Il Tribunale di Brescia aveva confermato in appello la condanna per terrorismo internazionale a quattro anni, nel 2017, con i giudici bresciani che avevano accolto pienamente la richiesta del sostituto procuratore Silvia Bonardi. Parliamo del 31enne siriano Ahmad Alali Alhussein, arrestato all’aeroporto di Orio al Serio il 17 novembre 2015 con un passaporto falso e immagini dell’Isis – a cui sarebbe risultato appartenente, a conclusione dell’attività investigativa – salvate nel telefonino. Ora è tornato in libertà: sempre a Brescia è infatti stata riconosciuta la continuazione tra i due reati per i quali era stato condannato, il documento falso e l’associazione con finalità di terrorismo, con conseguente abbassamento della pena di un anno. Determinandone così la scarcerazione.

Passaporto norvegese falso. Alhussein, e un connazionale allora minorenne, erano stati fermati dalla Polaria perchè in possesso di passaporti norvegesi falsi. Stavano cercando di imbarcarsi su un volo per Malta. Alhussein in un’immagine compariva con una divisa da combattente secondo l’accusa, da “vigile” secondo la sua versione.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia