Un aiuto prezioso

Soffrite di ansia da Covid? C’è lo psicologo gratuito in tutti i consultori (14 sedute)

Sono in aumento i casi di malessere: un adolescente su cinque convive con problemi di umore e depressione. Ecco alcune possibili risposte e dove trovarle.

Soffrite di ansia da Covid? C’è lo psicologo gratuito in tutti i consultori (14 sedute)
07 Novembre 2020 ore 10:48

di Matteo Rizzi

Può uno studente che soffre di problemi psicologici rivolgersi a uno specialista? In teoria, certamente. In pratica, non è così semplice, soprattutto se il giovane non vuole farlo sapere ai genitori. Il problema è di tipo economico: un professionista si fa pagare. Ma le cose non stanno esattamente così: esistono dei servizi gratuiti o comunque poco onerosi per chi ne ha bisogno. A giugno, dopo la prima fase della pandemia, in un articolo di Repubblica si leggeva che in Lombardia circa 150 mila persone soffrivano di depressione grave (“maggiore”). Che il Covid abbia ripercussioni sulla salute mentale è stato riconosciuto anche dall’Oms già dal 18 marzo. Secondo i dati della European Public Health Association poi, nell’Unione Europea un adolescente su cinque convive con problemi psicologici. Eppure, tra decreti, proteste di commercianti, preoccupazioni economiche, la salute mentale è un tema scivolato in secondo piano e non se ne parla.

Secondo l’opinione comune, il supporto psicologico spesso ha costi troppo alti per un giovane. Eppure ci sono diverse soluzioni per permettere a chiunque di ricorrere al supporto di un professionista. Sulla situazione della nostra città abbiamo chiesto aiuto a Martina Lanza, psicologa. «A Bergamo siamo circa cinquecento iscritti all’Ordine degli psicologi. Alcuni sono psicologi junior, nel senso che hanno fatto tre anni di università più l’esame di Stato; altri sono psicologi senior: hanno superato cinque anni di università e l’esame di Stato. Altri ancora sono psicoterapeuti, un percorso di studi che richiede complessivamente dieci anni. La prima cosa da chiarire è che le competenze di questi professionisti sono differenziate».

Secondo la legge 56 dell’89 – spiega Lanza – «Lo psicologo può fare “abilitazione, riabilitazione e sostegno”, mentre lo psicoterapeuta fa tutto quello che gira intorno alla personalità, impostando interventi più strutturali sulle fondamenta psichiche della persona. Uno psicologo può anche fare consulenze a breve termine. Tante persone pensano che la psicoterapia sia la sola risposta a tutto, mentre spesso una consulenza psicologica ben fatta può rivelarsi più agile e adatta per gestire disagi e sintomi non gravi. Si tratta di capire quale figura professionale è più adatta a rispondere alle esigenze delle persone».

La psicoterapia è sempre a pagamento: il minimo sindacale per una seduta di psicoterapeuta individuale è di 40 euro, mentre il massimo arriva fino a 140. Avere colloqui con psicologi invece può essere anche gratuito, basta rivolgersi ai consultori: «A Bergamo esistono consultori sia pubblici sia privati – spiega la dottoressa Lanza -. Ad esempio c’è un consultorio dell’Asst Papa Giovanni in borgo Palazzo, per quanto riguarda il pubblico. Un esempio di rete di consultori privati è, invece, la fondazione Angelo Custode. Ma ce ne sono altri: si tratta di strutture convenzionate con la Regione, che offrono lo stesso servizio dei consultori pubblici. (…)

Scheda

A Bergamo e Provincia sono presenti trentadue consultori covenzionati con la Regione, divisi tra pubblici e privati. Nello specifico, il consultorio pubblico di Bergamo si trova in via Borgo Palazzo 130, e fa parte di Asst Papa Giovanni. Per gli adolescenti c’è il consultorio di via Conventino 8 (consultorio familiare adolescenti e giovani), nella stessa sede in cui si trova il consultorio Scarpellini. In Via Maj 16 si trova invece il consultorio familiare Aied. Il resto dei consultori copre in maniera capillare tutto il territorio della provincia, con strutture in Val Seriana (Clusone, ad esempio, ospita un consultorio pubblico, così come Albino e Alzano Lombardo); in Val Brembana (c’è un consultorio familiare pubblico a Zogno e il consultorio familiare Don Palla a Piazza Brembana); in Valle Imagna c’è un consultorio a Sant’Omobono Terme. Diverse le strutture nell’Isola (Calusco d’Adda e Ponte San Pietro) e nel Sebino (tra le quali Lovere). L’elenco completo dei consultori della bergamasca con tutti i numeri di telefono e gli indirizzi mail per contattare le strutture si trova sul sito di Ats Bergamo.

Continua a leggere sul settimanale PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 12 novembre, oppure in formato digitale cliccando QUI

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia