controlli in piazzale Marconi

Spacciava eroina in stazione: arrestato 41enne senza fissa dimora, sequestrate 24 dosi

Nascondeva l’eroina in un cespuglio e si metteva in gola soltanto le dosi che, di volta in volta, avrebbe venduto

Spacciava eroina in stazione: arrestato 41enne senza fissa dimora, sequestrate 24 dosi
Cronaca Bergamo, 09 Luglio 2021 ore 12:10

Nascondeva l’eroina in un cespuglio lungo viale Papa Giovanni XXIII e si metteva in gola soltanto le dosi che, di volta in volta, avrebbe venduto. La strategia messa a punto per spacciare era anche ingegnosa, ma non è bastata per evitare che scattassero le manette.

Mercoledì pomeriggio (7 luglio) un quarantunenne senza fissa dimora è stato arrestato in flagranza di reato, nelle vicinanze della stazione ferroviaria, dalla polizia locale e dalla squadra Volante della Questura.

Gli agenti, in borghese, stavano tenendo d’occhio l’uomo e sono entrati in azione non appena è avvenuto lo scambio della droga. Addosso allo spacciatore le forze dell’ordine hanno trovato 24 dosi di eroina e 320 euro in contanti.

«Vorrei sottolineare l’impegno della polizia locale e delle forze dell’ordine in queste settimane nell’area della stazione – commenta il vicesindaco e assessore alla sicurezza Sergio Gandi –. L’intensificazione dei controlli ha consentito di mettere a segno l’ennesimo arresto. Queste problematiche esistono da decenni, non solo a Bergamo, ma in tante altre stazioni italiane».

Per risolvere le criticità connesse al degrado e alle aggressioni che si sono verificate nell’ultimo periodo nelle vicinanze delle Autolinee, il Comune è al lavoro anche su altri fronti. Dalla rimozione delle rastrelliere poste di fronte all’ufficio turistico detto Ufo, luogo di ritrovo di spacciatori e malintenzionati, alla «ridefinizione dell’area verde su piazzale Marconi – aggiunge Gandi -, dalla rivitalizzazione del piazzale degli Alpini agli interventi di sgombero fino all’ordinanza anti alcool in tutta l’area della stazione».