A Seriate

Spray al peperoncino e sfollagente Nuova dotazione alla polizia locale

12 Ottobre 2016 ore 12:00

La sicurezza innanzitutto, a Seriate. Anche di chi deve farla rispettare. In arrivo alcuni dispositivi di autotutela per il corpo di polizia locale. I 17 operatori del servizio di vigilanza urbana sono già in azione con cappello e gilet giallo fluorescente ad alta visibilità, per essere visti con immediatezza già in lontananza e garantire più sicurezza ai cittadini che ne avessero bisogno, e guanti protettivi antitaglio professionali. Come da regolamento di organizzazione del corpo, oltre alle armi per la difesa personale, gli operatori saranno dotati di dispositivi di tutela dell’incolumità personale, quale lo spray irritante privo di effetti lesivi permanenti e di una mazzetta di segnalazione, nota come distanziatore, in materiale plastico. Nel rispetto della normativa statale e regionale di riferimento, la dotazione e l’uso di questi strumenti presuppone un apposito corso di formazione.

«Gli agenti di polizia locale sono stati dotati di strumenti di autodifesa in aggiunta alla dotazione individuale, per il miglioramento del servizio di sicurezza urbana. Grazie ai gilet ad alta visibilità possono essere subito individuati dai cittadini, mentre i guanti antitaglio sono un’utile protezione contro tentativi di aggressione con armi da taglio, come verificatosi poco tempo fa – dichiara il sindaco Cristian Vezzoli -. Ora arriva anche lo spray antiaggressione. Utile deterrente, soprattutto quando si effettuano controlli nei riguardi di persone sotto l’effetto di alcool o droghe. La maggiore sicurezza degli operatori garantisce una maggiore efficienza del servizio stesso a tutela della sicurezza urbana».

 

img_5945

 

«I dispositivi saranno usati per tenere a debita distanza eventuali soggetti ubriachi, molesti, malintenzionati che si avvicinano agli agenti con tono e modalità aggressivi o invasivi – spiega il comandante della polizia locale Giovanni Vinciguerra -. Come da regolamento, abbiamo adottato questo kit di autotutela perché durante i controlli di ordinaria e straordinaria amministrazione c’è chi assume un comportamento violento, esponendo gli agenti a situazioni di pericolo. In questo modo, nel rispetto delle norme di legge e senza voler ledere l’altro, gli operatori in prima linea in azioni di sicurezza urbana possono fronteggiare qualsiasi spiacevole evenienza».

Oltre a questa strumentazione per la sicurezza individuale e collettiva, per rendere più incisiva ed efficace l’azione di pattugliamento e controllo del territorio, in termini di sicurezza stradale e urbana, il corpo di polizia locale si è anche dotato di vetture munite di Full scan e sistema Vista. Il primo è un dispositivo posizionato sopra al tetto delle vetture per verificare subito se il mezzo controllato non è assicurato, revisionato o rubato. Controllando se la targa è inserita in una black list, si saprà anche se la vettura è da sottoporsi a sequestro e fermo amministrativo. Gli agenti così potranno procedere immediatamente al fermo del trasgressore. Il dispositivo permetterà inoltre il controllo di veicoli in sosta durante il pattugliamento che è esteso anche nelle ore notturne, nella fascia oraria che va dalle 23 all’una, dove si concentrano le trasgressioni e l’incidentalità è più elevata. A questo si aggiunge anche la nuova automobile in dotazione con a bordo un sistema di tracciamento dei veicoli e videosorveglianza territoriale denominato sistema Vista, appunto. Innovativo sistema di videosorveglianza mobile, permette agli agenti di effettuare un immediato e completo controllo dei veicoli in circolazione durante i pattugliamenti, identificando in tempo reale se la macchina che li precede presenta delle gravi irregolarità.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia