Pronta risposta

“Striscia la Notizia” denuncia il ritorno dei pusher a Zingonia, i Carabinieri li arrestano

Un servizio, andato in onda il 12 maggio, ha visto Vittorio Brumotti raccontare lo spaccio nell'area della Bassa. Le forze dell'ordine sono immediatamente intervenute. Il commento di vicesindaco e sindaco di Verdellino

“Striscia la Notizia” denuncia il ritorno dei pusher a Zingonia, i Carabinieri li arrestano
15 Maggio 2020 ore 14:38

C’erano già state, ma nei giorni scorsi le telecamere del noto programma di Canale 5 Striscia la Notizia sono tornate in quel di Zingonia insieme a Vittorio Brumotti, che ha documentato l’attività di spaccio ancora attiva nonostante il periodo di emergenza dovuto al Coronavirus. Il servizio è andato in onda la sera del 12 maggio e non sono mancate le reazioni, visto che al termine dell’incursione di Brumotti gli spacciatori sono finiti in manette. Lo raccontano i colleghi di PrimaTreviglio.

5 foto Sfoglia la gallery

Nelle immagini, Brumotti gira con la sua bicicletta tra Piazza Affari e il cantiere dismesso dell’ex cinema che si trova a pochi passi dal Policlinico San Marco a Osio Sotto. «Qualche mela marcia c’è ancora», dice il vicesindaco di Verdellino Umberto Valois che ha voluto ringraziare Brumotti per aver riportato l’attenzione su Zingonia. «Tanto lavoro è stato fatto, con tanti sacrifici, e tanti risultati si sono ottenuti, ma non basta. E come ha sottolineato Brumotti, c’è ancora da lavorare – ha commentato Valois –. Nonostante l’impegno emergenziale Covid-19, chiederemo alle forze dell’ordine uno sforzo maggiore riprendendo il presidio fisso in Piazza Affari per far sì che torni com’era soltanto qualche settimana fa, durante i continui e duraturi presidi».

A fare eco alle parole di Valois, anche quelle del sindaco di Verdellino, Silvano Zanoli: «Nonostante il Covid, il malaffare non demorde: è bastato l’allentamento della pressione per poco tempo a causa del virus e qualche farabutto ha cercato di riappropriarsi della Piazza e dei dintorni. Pronto l’intervento delle forze dell’Ordine, che in tempo reale sono intervenute arrestando gli spacciatori. Questo significa che non bisogna mai abbassare la guardia ed è pertanto necessaria una nuova azione coordinata tra i Carabinieri e le Polizie locali di Verdellino e Osio Sotto al fine di monitorare e sorvegliare minuziosamente ogni angolo dell’area di Zingonia e liberarla definitivamente da questi parassiti. Il messaggio è fin troppo chiaro: qualche disperato è ancora in zona, sta a noi stanarli e farli sparire per sempre».

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia