I risultati di martedì 28 maggio

Tennis 2019, la coppia Doni-Fantini e il sorriso di Moreno Morello

Tennis 2019, la coppia Doni-Fantini e il sorriso di Moreno Morello
29 Maggio 2019 ore 09:02

La pioggia è ormai una costante di questa edizione del torneo di tennis dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà. E allora quale miglior rimedio a un’altra serata cupa e bagnata se non la simpatia e l’allegria della consolidatissima coppia formata da Cristiano Doni e Omar Fantini? Altro grande protagonista di questa serata è stato l’inviato di Striscia la Notizia, amico dell’Accademia, Moreno Morello, che ha nuovamente conquistato tutti con la sua simpatia. «Striscia risponde ancora presente, con gli amici dell’Accademia ormai è nata una grande amicizia e siamo fiero di essere al loro fianco – sono le parole di Morello -. L’anno scorso al Galà mi sono improvvisato banditore d’asta: qua è facile perché a Bergamo ci sono persone generose».

8 foto Sfoglia la gallery

L’ex capitano dell’Atalanta e il comico bergamasco ci scherzano su: «Ormai siamo una coppia di fatto – esordisce Fantini -. Siamo collaudatissimi, soprattutto sugli aperitivi. Dei due, io sicuramente sono quelle che viene a giocare più per beneficenza: mi devo sacrificare, è dura rinunciare alle mie doti tecniche. Battute a parte, è ovvio che siamo qui per il progetto, per l’idea, per la solidarietà. Quello è il primo pensiero, poi una volta sul campo esce anche un po’ di agonismo. Il nostro schema è sempre lo stesso: Cristiano rincorre ogni palla e io gli dico bravo alla fine. Non capisco perché alla fine è sempre così sudato». Doni, ancora oggi il miglior marcatore della storia dell’Atalanta, gli fa da eco: «Vengo qui da tempi non sospetti, sarà la ventesima volta. Il clima è rimasto sempre lo stesso, l’ambiente è bellissimo e si incontrano tanti amici con i quali ci divertiamo e, speriamo, facciamo divertire. Di solito perdiamo, ma siamo qui per una giusta causa». Impossibile poi non parlare di Atalanta: «Oggi la seguo da tifoso, è diverso – ammette -. Si soffre e si gioisce, quest’anno credo che si sia raggiunto un risultato incredibile. Io faccio fatica a crederci da tifoso, ma mettendomi nei panni dei giocatori credo che sia una cosa che realizzeranno più avanti. È tutto davvero incredibile, pensare all’Atalanta al terzo posto e qualificata per la Champions. Per me è sempre stato un sogno, loro lo hanno realizzato. Io mi sarei trovato bene con Gomez, Ilicic e Zapata? Sono discorsi che fanno piacere, purtroppo sono arrivato in un’epoca diversa, quando la nostra Champions era la salvezza. Ma anche noi ci siamo tolti le nostre soddisfazioni, con mezzi sicuramente minori. A cosa può puntare ora l’Atalanta? Se si vuole migliorare, allo scudetto – scherza -. Bisogna essere contenti di quanto fatto, poi dal primo giorno di ritiro si penserà a fare bene in tutte le competizioni».

 

[Moreno Morello di Striscia la Notizia]

 

Nella serata a tinte nerazzurre, anche Oscar Magoni, oggi direttore sportivo del Renate: «Come ripeto ogni anno: complimenti a tutti coloro che qui si impegnano per la beneficenza. Sempre un piacere essere dei vostri, ci divertiamo anche se il maltempo non ci dà tregua». Sulla straordinaria stagione dell’Atalanta ammette senza freni: «A chi non sarebbe piaciuto giocare con il Gasp? All’inizio tutti gli davano contro, ma a Bergamo un calcio così non si era mai visto. Tra i giocatori della rosa mi rivedo un po’ in Freuler. Oltre a giocare per i bergamaschi, la Dea è uno spettacolo per gli appassionati di calcio. Gioca un calcio moderno, veloce e atletico che si studia a Coverciano e in tutta Europa. È un percorso che nasce da lontano, che fonda le sue basi su una società seria e solida». La serata è trascorsa con altri ex giocatori legati ai colori nerazzurri, come i fratelli Cristian e Damiano Zenoni e Marino Magrin. «È bello ritrovare vecchi amici, ma soprattutto essere in campo per fare del bene per gli altri, speriamo continui così il lavoro dell’Accademia – ha affermato Cristian, ora tecnico della Berretti del Monza -. I tifosi aspettavano la Champions da sempre, è stato fantastico, speriamo riescano a mantenere il calcio proposto in Italia e anche in Europa League due anni fa. Sono passati quasi 20 anni dai Vava Boys, arrivati a un punto dall’Europa. Erano altri tempi, questa Atalanta è da record: speriamo si mantenga così a livello europeo».

I colori nerazzurri la faranno da padrone anche nella serata di mercoledì 29 maggio: il Golden Vip Andrea Masiello e Marten de Roon festeggeranno a Cividino la Champions League insieme ad altri ex nerazzurri come Gianpaolo Bellini, Bortolo Mutti, Daniele Fortunato, Lele Messina, Massimo Carrera, Michele Marcolini, Nicola Amoruso.

 

Risultati martedì 28 maggio (9a giornata)

28° Trofeo Achille e Cesare Bortolotti (doppio maschile)
Cristiano Doni-Omar Fantini b. Riccardo Maspero-Giacomo Zenucchi 9-7
Alessandro Budel-Mauro Tavola b. Sergio Proserpi-Nicola Bertacchi 9-0
Giuseppe Taramelli-Simone Cornali b. Moreno Morello-Luca Facchetti 9-5
Marco Barcella-Roberto Ravasio b. Aldo Ghislandi-Angelo Grammatica 9-7

13° Trofeo Giacinto Facchetti (singolare maschile A)
Massimo Di Nunno b. Oliviero Garlini 9-2
Enrico Agnelli b. Pinuccio Mauriello 9-2
Roberto Sottocornola b. Cristian Zenoni 9-3
Michele Marcolini b. Giacomo Zenucchi 9-5
Riccardo Maspero b. Andrea Punzo 9-2.

6° Torneo Franco Morotti (singolare maschile B)
Giuseppe Mazza b. Dario Sangalli 9-2
Corrado Fontana b. Antonio Pazzini 9-4
Mario Rossi b. Jacopo Chiesa 9-2

Coppa Banca Mediolanum (Competizione a squadre)
Lendl (capitano Antonio Ghislandi) – Agassi (capitano Massimo Buzzanca) 2-2
Ashe (capitano Ciro Bresciani) – Rosewall (capitano Roberto Sottocornola) 2-2

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia