6.4 e 4.4 della scala Richter

Terremoto violentissimo in Croazia alle 12.20 e nuova scossa a Verona alle 15.36: sentiti anche a Bergamo

Violentissimo il primo sisma, che ha distrutto la cittadina di Petrinja, a 44 km da Zagabria: segnalazioni sui social anche dal nostro territorio (ma nessun danno o ferito)

Terremoto violentissimo in Croazia alle 12.20 e nuova scossa a Verona alle 15.36: sentiti anche a Bergamo
Cronaca 29 Dicembre 2020 ore 15:22

Un leggero tremolio, percepito soprattutto “ai piani alti”, ma che ha fatto comunque ondeggiare lampadari e vibrare tavoli. Alle 12.20 di oggi, martedì 29 dicembre, anche in Bergamasca è stato percepito il violento terremoto che ha colpito la Croazia, livello 6.4 della scala Richter. E poi alle 15.36 c’è stata una nuova scossa di livello 4.4 con epicentro a Salizzole (Verona), sentita anche a Bergamo come leggero ondeggiamento lungo circa 5 secondi.

Scosse più violente di quella che il 17 dicembre, alle 17 circa, è stata segnalata nella provincia milanese e si è distintamente sentita anche nella nostra provincia: era di magnitudo 3.8.

La prima scossa, più preoccupante, è stata registrata, per la precisione, alle 12.19.54 con epicentro a 44 chilometri a sud-est di Zagabria, a una profondità di 10 chilometri. Gravi i danni riscontrati a Petrinja, cittadina di 25 mila abitanti, con il centro distrutto e diversi edifici crollati. Il bilancio delle vittime è ancora in divenire (al momento un decesso accertato). In Bergamasca, fortunatamente, nessun danno e nemmeno alcuna segnalazione ai Vigili del Fuoco (sui social, invece, sono state diversi i riscontri).

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità