Cronaca
Aveva un tumore al fegato

Tragedia nel mondo Atalanta: è morto a soli 21 anni l'ivoriano Willy Braciano Ta Bi

Con la Primavera nerazzurra ha vinto lo scudetto Primavera nel 2019. Poi è stato un anno in prestito al Pescara, ma senza brillare. È mancato questa mattina, come hanno riportato i media africani

Tragedia nel mondo Atalanta: è morto a soli 21 anni l'ivoriano Willy Braciano Ta Bi
Cronaca 23 Febbraio 2021 ore 15:27

di Fabio Gennari

La vigilia di Atalanta-Real Madrid, storica partita in programma domani sera (24 febbraio) a Bergamo, viene scossa da una terribile tragedia. Questa mattina, 22 febbraio, si è spento l'ex centrocampista della Primavera atalantina Willy Braciano Ta Bi. A soli 21 anni (era un classe 1999), il nazionale Under 23 della Costa d'Avorio ha perso la sua battaglia contro un cancro al fegato (come riportano i media africani) che lo tormentava da un anno.

Arrivato a Bergamo nel gennaio 2019, il ragazzo non arrivò praticamente mai in pianta stabile nel giro della prima squadra ma riuscì a ritagliarsi un ruolo da protagonista con la formazione Primavera: era in campo nella finale di Parma nel giugno 2019 in cui la squadra orobica vinse lo scudetto. Compagno di squadra di Kulusevski, Diallo (che gli ha dedicato un post sui social, come potete vedere qui sopra) e Colley, di lui si parlava un gran bene prima che sparisse completamente dai radar.

Negli ultimi mesi, dopo una parentesi al Pescara in Serie B, Willy Braciano non giocava più e di lui non si era saputo più nulla. Qualche tempo fa, ad amici che sui social gli chiedevano novità sulle sue condizioni, il ragazzo rispondeva di sentirsi meglio, pur senza specificare quanto fosse grave la situazione. La notizia della sua morte è arrivata nella tarda mattinata dai media africani. Nei mesi passati a Bergamo, Ta Bi era stato paragonato anche al suo connazionale Franck Kessie.