Decoro urbano

Un centro storico più bello Il sindaco di Seriate non molla

Un centro storico più bello Il sindaco di Seriate non molla
Cronaca 14 Maggio 2018 ore 10:30

Riqualificare la propria abitazione in centro storico? Anche quest’anno i proprietari degli immobili potranno fruire di agevolazioni: è stato infatti rifinanziato anche per quest’anno il fondo per il recupero e la riqualificazione degli edifici di quella porzione di città. Come accaduto anche precedentemente, il 2018 vede l’erogazione di contributi a fondo perduto per interventi di rifacimento delle facciate degli edifici: verrà risarcito fino al 25 per cento della spesa fino a un massimo di 4mila euro a intervento; sempre fino al 25 per cento i contributi per l’installazione di parabole satellitari sulle coperture, per un massimo di ottocento euro a intervento. Gli interventi dovranno essere obbligatoriamente realizzati tra il primo gennaio e il 30 novembre 2018.

 

 

«Continua l’attenzione dell’amministrazione comunale per promuovere e incentivare il recupero del patrimonio edilizio del centro storico: il fondo di finanziamento di quest’anno è in linea con le richieste pervenute in Comune gli anni precedenti – puntualizza il sindaco Cristiann Vezzoli –. Nel 2014 furono infatti stanziati 30mila euro, ma le richieste giuntaci furono per un totale di 14mila euro. A fine anno la cifra avanzata, e naturalmente vincolata e bloccata a questo fine, sarebbe potuta servire per altre azioni. Dunque negli anni successivi abbiamo deciso di allinearci con lo storico delle richieste. Lunedì in giunta approveremo uno stanziamento di circa 13-14mila euro». Nel caso in cui la necessità sia maggiore, è stato messo in conto anche un aumento della disponibilità: «Non si tratta di una cifra per forza fissa: se arrivassero altre richieste in merito, non esiteremo ad aumentare i fondi a disposizione, integrandoli con quelli necessari».

Per gli interventi di ristrutturazione edilizia, sono inoltre disposti i rimborsi sulla tassa di occupazione suolo pubblico, mentre sul costo di costruzione si rimborsa il 60 per cento dell’importo, a cui si aggiunge un ulteriore 40 per cento per gli interventi di riqualificazione della facciata degli edifici prospicienti la pubblica via. Sugli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria il rimborso ammonta all’80 per cento dell’importo, da erogare a chi ha inoltrato domanda di contributo in sede di presentazione del titolo…»

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 25 di Bergamopost cartaceo, in edicola fino a giovedì 17 maggio. In versione digitale, qui.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli