Il caso

«Untori bastardi»: cartello choc su un’auto di Lodi parcheggiata a Imperia

La segnalazione arriva dagli abitanti, ma non è detto che il proprietario ora denunci l'accaduto alle autorità di polizia

«Untori bastardi»: cartello choc su un’auto di Lodi parcheggiata a Imperia
07 Marzo 2020 ore 09:30

“Untori bastardi, restate a casa vostra”: è questo il contenuto di un foglio scritto a penna e attaccato con del nastro adesivo sul lunotto posteriore di un Suv acquistato da un concessionario di Lodi, come si legge sotto la targa, e parcheggiato al Parasio di Imperia. Chi l’ha scritto non si sa, ma è evidente che si tratta di qualcuno contrariato dal fatto che turisti del lodigiano, decretata “zona rossa” per il Coronavirus, si trovino a Imperia, considerati alla stregua di “untori”. La segnalazione arriva dagli abitanti, ma non è detto che il proprietario ora denunci l’accaduto alle autorità di polizia. Ne parla PrimaLaRiviera.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia