Tragedia a Curno

Uomo annegato nel Brembo: il racconto dei passanti che l’hanno trovato

SI tratterebbe di un alpino che si occupava della manutenzione dei sentieri in zona: caduto in acqua forse per un malore

Uomo annegato nel Brembo: il racconto dei passanti che l’hanno trovato
Mozzo e Curno, 22 Giugno 2020 ore 14:35

Drammatico ritrovamento questa mattina (lunedì 22 giugno) lungo il fiume Brembo, dove un uomo di circa 70 anni è annegato all’altezza del Comune di Curno. Il corpo è stato notato da alcuni passanti, che hanno lanciato l’allarme intorno alle 11.30 chiamando il 112. «Ero in zona “cascatelle”, tra Curno e le Ghiaie, con mio marito – racconta Gabriella Minoia, di Bergamo – quando abbiamo notato il corpo incastrato nelle rocce della cascata. Abbiamo chiesto aiuto a due runner, che sono entrati nel fiume e hanno portato il corpo vicino a riva. Quindi, dopo la nostra chiamata, sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri». Dalle prime informazioni si tratterebbe di un alpino della Roncola di Treviolo noto nella zona: si prendeva cura dei sentieri a ridosso del fiume. Potrebbe essere caduto in acqua a causa di un malore: aveva ancora gli scarponi ai piedi. Ha lasciato il suo cane, un pitbull, legato a un albero.

2 foto Sfoglia la gallery

L’intervento delle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Dalmine, arrivati con auto e camion: hanno recuperato la salma nel greto del corso d’acqua. Purtroppo i soccorsi sono risultati vani: per l’uomo non c’è stato nulla da fare se non constatarne il decesso. Al momento sono in corso gli approfondimenti del caso da parte dei carabinieri.

Seguono aggiornamenti

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia