Cronaca
Gesto vergognoso

Vandalizzato con scritte spray il campanile del santuario della Madonna della Gamba

A Desenzano di Albino è iniziata la novena per i festeggiamenti della festa patronale. E la chiesa simbolo delle ricorrenza è stata deturpata

Vandalizzato con scritte spray il campanile del santuario della Madonna della Gamba
Cronaca Val Seriana, 01 Ottobre 2021 ore 10:27

di Fabio Gualandris

A Desenzano al Serio, polemiche e un atto vandalico stanno guastando la gioiosa attesa per la ricorrenza della Madonna della Gamba, festa patronale dell’intero Comune di Albino che conta nove comunità parrocchiali.

Sono questi i giorni della novena, che culmineranno con tre giorni di festa nel prossimo fine settimana: venerdì 8 ottobre, vigilia della solennità, la processione, il concerto del Complesso bandistico di Albino sulla piazza del santuario e lo spettacolo pirotecnico; nelle giornate di sabato 9 - 581esimo anniversario dell’Apparizione della Madonna del Miracolo - e domenica 10 ottobre - 163esimo anniversario dell’Incoronazione della Madonna -, la festa religiosa affiancata dal tradizionale “rito laico” fatto di bancarelle, giostre e attrazioni, e all’oratorio di Desenzano al Serio un punto di ristorazione aperto a tutti e la pesca di beneficienza.

Il campanile del santuario illuminato a festa

Ma la sera di giovedì 30 settembre il clima di festa è stato turbato da un atto vandalico. In serata, infatti, è stata scoperta alla base della torre campanaria del santuario dedicato alla Madonna della Gamba una scritta vandalica realizzata con spray nero che provocatoriamente reclamizzava così un punto di spaccio di eroina: «x l’eroina chiama ... Mc’s Oriocenter».

A tarda sera, sulla pagina social della parrocchia di Desenzano al Serio, gli amministratori, nel pubblicare la foto dell'atto vandalico, hanno scritto: «Non abbiamo parole, solo tanta delusione e amarezza, visto anche il periodo di festa per la nostra comunità. Invitiamo i responsabili, ripresi e colti in flagrante dalle telecamere, a presentarsi per ripulire il danno, altrimenti gireremo alle autorità il filmato».

In questo periodo la parrocchia è retta da don Giuseppe Locatelli, prevosto di Albino, e mons. Ilario Girelli, cappellano del santuario. Il vecchio parroco don Gianpaolo Mazza è stato festeggiato e salutato lo scorso 12 settembre e quello nuovo, don Ettore Mario Galbusera, farà il suo ingresso solo domenica 17 ottobre.

In paese l’amarezza è tanta e l’atto vandalico giunge al termine di una settimana di forti polemiche social su temi legati alla festa riguardo all’opportunità o meno dello spettacolo pirotecnico, all’obbligo del Green Pass per accedere alla fiera e, addirittura, circa il suono a festa della campane che taluni non sopportano. È il caso di dire che i guastafeste non mancano mai.