Innanzitutto, riposate

Vacanzieri, potete partire tranquilli Ecco sette consigli contro il jet lag

Vacanzieri, potete partire tranquilli Ecco sette consigli contro il jet lag
25 Luglio 2015 ore 10:54

Chi viaggia molto, avrà sicuramente avuto modo di conoscere gli effetti sgradevoli e noiosi del jet leg, il fenomeno che si verifica quando si attraversano vari fusi orari  – di solito più di due -, spesso a causa di un lungo viaggio in aereo. In questo caso, giunti a destinazione, si è spesso assonnati, stanchi o leggermente confusi. Dunque, cosa si può fare per evitare di rimanere intrappolati in queste spiacevoli e fastidiose conseguenze? Ecco dieci semplici mosse che potranno aiutare a sconfiggere o limitare i danni del famigerato jet leg.

 

1) Dormire durante il volo

Piuttosto che stare svegli e vedersi un film dopo l’altro può esser molto intelligente riposare durante la tratta che si percorre. Per questa ragione ci sono alcune cose che è bene non dimenticare mai di avere nel bagaglio a mano. Stiamo parlando di mascherina per gli occhi e tappi per le orecchie, semplici strumenti che aiutano a isolarsi dal mondo e approdare nel misterioso regno di Morfeo.

 

2) Bere spesso

Bere con regolarità e senza esagerare può essere un notevole aiuto a mantenere il corpo ben idratato e quindi al meglio della sua condizione fisica. Nelle cabine aeree, spesso l’aria è piuttosto secca ed è facile ritrovarsi con la gola secca. Naturalmente si consiglia l’uso di acqua e non di alcolici che, diversamente da quanto la vulgata riporti, non aiutano in alcun modo a riposare, anzi disturbano il sonno, favorendo per di più il rischio di russare.

 

3) Tisane

Un altro eccezionale alleato che può aiutare ad alleviare in maniera naturale i disturbi del jet lag sono le tisane rilassanti. Molti composti, favoriscono infatti il rilassamento del corpo e un  sonno sano e regolare. Giusto per citare solo qualche esempio possiamo ricordare la malva, passiflora, camomilla, tiglio, valeriana, melissa, lavanda e biancospino.

 

4) Ginseng

CAFFE-AL-GINSENG

Una tra le più fastidiose controindicazioni del fuso orario è quella leggera stanchezza che non aiuta in alcun modo la concentrazione. Si tratta di un problema che può essere davvero fastidioso per chi è costretto a ritornare subito al lavoro e ha bisogno di garantire un elevato livello di efficienza. Una tra le tante soluzioni proposte per questo problema è il ginseng, un potente adattogeno in grado di aiutare la memoria e migliorare la capacità di attenzione.

 

5) Meno caffè

Consiglio davvero difficile da seguire per tutti coloro che non si tirano mai indietro di fronte ad una bella tavola imbandita è quello di limitare, nei giorno dopo il rientro, alimenti pesanti e di difficile digestione. Inoltre si consiglia anche di evitare in tutti i modi il consumo di sostanze stimolanti come la caffeina ed il cioccolato, nel tentativo di rimanere svegli, perché poi vanno a interferire con la qualità del riposo notturno.

 

6) Ciliegie

Ai più sembrerà naturalmente un suggerimento bizzarro, troppo strano per essere vero, ma uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Northumbria University di Newcastle e pubblicato sull’European Journal of Nutrition ha dimostrato le proprietà benefiche delle ciliegie e del succo di ciliegia per superare i disturbi causati dal jet lag. Due bicchieri al giorno sarebbero in grado di combattere l’insonnia. Merito della melatonina, di cui questi frutti sono ricchi.

 

7) Esercizio fisico

Per evitare di scendere dall’aereo e sentirti ingabbiato nei vestiti, in molti consigliano di scegliere abiti comodi e larghi da utilizzare durante il viaggio così da per sentirsi liberi nei movimenti, dal decollo all’atterraggio. Inoltre può essere davvero utile, ogni tanto, fare una camminata lungo la cabina per sgranchirsi un po’ le gambe. Anche qualche piccolo esercizio di pilates può realmente fare la differenza.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia