«Abbiam fatto un lavoro enorme»

Il voto per l'autonomia lombarda Intervista esclusiva a Gianni Fava

Il voto per l'autonomia lombarda Intervista esclusiva a Gianni Fava
Cronaca 19 Settembre 2017 ore 10:00

Per Gianni Fava, 49 anni, coordinatore regionale per il Referendum per l’Autonomia della Lombardia e assessore all’Agricoltura, il voto del prossimo 22 ottobre rappresenta l’inizio di una nuova era. «In tre mesi abbiamo fatto un lavoro enorme sia a livello politico che organizzativo. La nostra partita si gioca sulle risorse, ovvero quei 54 miliardi di euro di residuo fiscale di cui tanto si parla… Noi ne vogliamo almeno la metà per la Lombardia».

Il voto elettronico. L’innovazione del Referendum per l’Autonomia passa attraverso la tecnologia. La Regione sceglie la strada dell’investimento informatico predisponendo 24mila terminali dotati di stampante interna e circuito di sicurezza disseminati in tutti i seggi elettorali. Il voto sarà semplice e intuitivo limitandosi a un meccanismo touch screen con tanto di conferma post scelta. Il voto elettronico, tanto richiesto dai Cinque Stelle, esordirà sul territorio nazionale il prossimo 22 ottobre. In 17 Comuni si voterà anche per le fusioni con il medesimo sistema condiviso al resto della regione, ma con uno speciale aggiornamento che prevede in modo molto agevole il doppio programma.

 

 

Al termine del Referendum i terminali resteranno in comodato d’uso nelle scuole che ospitano il seggio. Il voto elettronico rappresenta il futuro e non è escluso che si possano dotare del software per votare alle prossime Politiche e Regionali, ma per questo occorre una legge dello Stato. I vantaggi evidenti e tangibili si riassumono in tempi di restituzione dei dati ridotti, assenza di voti nulli e taglio dei costi di personale. Ma anche un’occasione di lavoro per tanti giovani lombardi.

Gli incontri: il comitato per il “sì”. Al via una serie di incontri provinciali dove interverrà il presidente Roberto Maroni. Le date sono in via di definizione, certamente il 25 settembre a Crema, il 12 ottobre a Bellano (Lecco) e il 20 ottobre alla Fiera di Bergamo.