Una parata che vale quanto un gol

Il miracolo di Sportiello, al rallenty (Poco da segnalare alla moviola)

Il miracolo di Sportiello, al rallenty (Poco da segnalare alla moviola)
30 Settembre 2015 ore 14:20

Tantissime belle cose, quasi nessun episodio di rilievo per una vittoria senza il minimo dubbio. Torna l’appuntamento con la moviola di Bergamo Post e mai come questa volta non ci sono proteste da chiarire o interventi da rivedere. E allora concentriamoci sulle cose belle, riviviamo i momenti salienti del match e riassaporiamo per un po’ la magica serata vissuta al Comunale.

 

1 – 7’ minuto, Atalanta in vantaggio:
cross di Dramè e autorete di Moisander

La gara inizia subito forte, i nerazzurri premono sull’acceleratore e, dopo un paio di palloni verso la porta difesa da Viviano, ecco il gol che spacca lo 0-0. Dramé, uno dei migliori in campo, scodella al centro un tiro-cross interessante, il centrale della Sampdoria Moisander sembra in clamoroso anticipo ma la sua deviazione è goffa, e la palla si insacca dopo aver baciato il palo. Colpo di fortuna? Forse, ma se non spingi non segni e non vinci.

 

2 – 26’ minuto, coast to coast di Papu Gomez,
doppio dribbling e palla fuori di un soffio

Sugli sviluppi di un calcio d’angolo per la Sampdoria, la palla viene messa fuori dalla difesa e innesca il contropiede di Papu Gomez. Il numero dieci di Reja si produce in uno scatto di almeno 70 metri, salta due avversari e cerca il palo lontano con una carezza di destro che esce di poco. Questione di centimetri? Forse, addirittura di millimetri. Applausi di tutto lo stadio.

 

3 – 70’ minuto, Toloi sfiora il gol del 2-0 per l’Atalanta

A metà ripresa, con la Samp che prova a mettere fuori la testa, i nerazzurri usufruiscono di un calcio d’angolo. Gomez e Maxi combinano con Dramé, la palla di ritorno per il Papu muove la linea difensiva e, come successo ad Empoli, a centro area spunta Toloi che di testa manda il pallone sul fondo. Piccolo dettaglio: a pochi centrimetri dalla riga, sia Migliaccio che Denis non arrivano all’appuntamento con il gol e la sfera passa incredibilmente appena sotto la coscia di entrambi i giocatori.

 

4 – 71’ minuto, siluro di Soriano
e risposta da campione di Sportiello

Pochi istanti dopo l’occasione del 2-0, l’Atalanta rischia di subire il pareggio. Soriano prende palla ai 35 metri, converge al centro e lascia partire una sassata di destro che è destinata all’angolino. Sportiello è attento, il suo movimento è felino e la smanacciata in angolo ha un coefficiente di difficoltà altissimo. Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: parate così valgono come un gol.

 

5 – 83’ minuto, giallo a Zukanovic:
nessun contatto con Moralez

Nel finale di partita, con la Sampdoria protesa in avanti, l’Atalanta si chiude e cerca di ripartire con azioni veloci. All’83’ Maxi Moralez ha campo sulla destra e, quando Zukanovic lo affronta, cade rovinosamente. La scivolata del sampdoriano è plateale, il giallo sembra automatico ma basta rivedere le immagini per capire che non c’è alcun contatto tra i due giocatori. Ammonizione esagerata.

 

6 – 84’ minuto, contatto Moisander-Gomez in area di rigore

L’Atalanta all’84’ minuto chiede timidamente un calcio di rigore per un contatto tra Moisander e Gomez. Il replay non c’è, le immagini in presa diretta non sono chiarissime in quanto girate in campo largo ma la trattenuta, se c’è, sembra molto leggera.

 

7 – 91’ minuto, raddoppio dell’Atalanta con German Denis

Nel recupero, l’Atalanta raddoppia grazie al gol numero 53 nella storia nerazzurra di German Denis. Dopo un rinvio di Migliaccio, la palla arriva in avanti proprio al centravanti argentino che chiede l’uno-due a Maxi Moralez. La palla di ritorno del piccolo argentino è perfetta, Denis di prima intenzione scarica in porta il gol del 2-0 e festeggia sotto la Curva. La posizione del giocatore è regolare, l’incrocio dei difensori non funziona e Maxi mette la palla dentro nel momento giusto. Gol bello e regolare. Ps: guardate bene le immagini, de Roon esulta come un matto!

 

8 – 94’ minuto, gol di Soriano per la Sampdoria

A tempo ormai scaduto, la Sampdoria accorcia le distanze grazie ad un bel destro rasoterra di Soriano. La giocata del numero 21 dei liguri è perfetta, dopo il cross di Cassano ci pensa Barreto a rimettere in mezzo per il compagno che beffa la difesa atalantina e segna il 2-1. Azione da rivedere per evitare nuovi cali di concentrazione proprio sulla sirena.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia