Il provvedimento

Zogno, sospesa per sette giorni l’attività del bar Sirio: abituale frequentazione di spacciatori

La decisione della Questura presa in seguito alla segnalazione dei locali Carabinieri, che a maggio avevano arrestato per spaccio un uomo di San Giovanni Bianco che andava sempre in quel locale

Zogno, sospesa per sette giorni l’attività del bar Sirio: abituale frequentazione di spacciatori
Val Brembana e Imagna, 26 Settembre 2020 ore 14:27

Il 15 maggio scorso, quando il lockdown era ancora in corso e la Bergamasca viveva ancora giorni difficilissimi, i Carabinieri della stazione di Zogno avevano tratto in arresto M. R., 44enne originario di San Giovanni Bianco, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. È da qui che bisogna partire per arrivare, oggi, alla sospensione di sette giorni dell’attività del bar Sirio di Zogno, decisa oggi (26 settembre) dalla Questura di Bergamo.

Il locale, situato in via Centro Endenna, è stato infatti segnalato e poi “colpito” dal provvedimento perché abitualmente frequentato da «persone pregiudicate dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti». M. R. era un assiduo frequentatore del bar Sirio, così come altri soggetti della Val Brembana noti per i loro loschi traffici.

Come spiega la Questura, il provvedimento mira a scongiurare il ripetersi di situazioni pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia