Cultura
Solidarietà

Fondazione della Comunità Bergamasca aderisce a “Non sono un murales - Segni di comunità”

L'iniziativa nel contesto della Giornata Europea delle Fondazioni, che avrà luogo il primo ottobre

Fondazione della Comunità Bergamasca aderisce a “Non sono un murales - Segni di comunità”
Cultura 29 Settembre 2021 ore 14:43

In occasione della Giornata Europea delle Fondazioni, che si celebra il 1° ottobre di ogni anno, Fondazione della Comunità Bergamasca ha voluto aderire all’evento “Non sono un murales – Segni di comunità”, promosso da Acri (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa).

Sono 120 i luoghi d’Italia che vedono diverse comunità coinvolte nella realizzazione di murales a partire da uno stencil creato dall'urban artist pistoiese LDB, alias Lorenzo Di Bari. In tutta Italia i murales sono in luoghi emblematici per l'impatto che le Fondazioni e i loro partner possono avere sul territorio. Sono espressione della creatività di bambini, ragazzi, artisti, insegnanti, detenuti, persone disabili e migranti: tutti chiamati a personalizzare l’opera, scegliendo liberamente sfondo e colori.

Fondazione Comunità Bergamasca ha partecipato con il contributo di Fondazione Cariplo che, insieme all’impresa sociale "Con i Bambini", finanzia “DigEducati”. Un progetto che, per il triennio 2021-2023, svilupperà azioni rivolte al contrasto del divario digitale nella fascia d’età dai 6 ai 13 anni, promuovendo attività per incrementare le competenze digitali.

3 foto Sfoglia la gallery

Nella nostra provincia, saranno tredici i murales su altrettanti edifici, pubblici o privati, di alcuni dei Comuni che ospiteranno i Punti di Comunità del progetto DigEducati: Bergamo, Sovere, Dalmine, Palosco, Ponte San Pietro, Sarnico, Costa di Mezzate, Treviglio, Endine, Roncola, Colere, Gorlago ed Alzano Lombardo.

«Il primo ottobre è un giorno di festa per le fondazioni, un modo per richiamare l’attenzione sul loro ruolo. A mio avviso, nel tempo Fondazione della Comunità Bergamasca avrà un ruolo ancora più incisivo nella nostra società – ha dichiarato Osvaldo Ranica, presidente Fondazione della Comunità Bergamasca – perché intercetta i bisogni di una società sempre più complessa, mettendo in pratica la co-progettazione tra pubblico e privato, necessario per politiche di welfare efficaci».

Tutte le informazioni si possono trovare sul sito fondazionebergamo.it e nonsonounmurales.it. L’evento sarà anche sui social e tutti i post avranno l’hashtag #nonsonounmurales.