Cultura
dall'1 al 17 ottobre

La città si anima con BergamoScienza: online il programma completo dell'evento

Concerto inaugurale di Stefano Bollani. Tra gli ospiti il il Premio Nobel per la Medicina 2001 Paul Nurse. Collegamento il 2 ottobre con il più grande linguista mondiale, lo statunitense Noam Chomsky

La città si anima con BergamoScienza: online il programma completo dell'evento
Cultura Bergamo, 16 Settembre 2021 ore 10:25

Diciassette giorni di conferenze, laboratori, spettacoli e tour virtuali alla scoperta del mondo che cambia. Sarà lanciato online oggi (giovedì 16 settembre) il programma degli incontri organizzati per la diciannovesima edizione di BergamoScienza, il festival di divulgazione scientifica organizzato dall’omonima associazione che tornerà finalmente in presenza da venerdì 1 a domenica 17 ottobre.

Le prenotazioni per i laboratori e gli spettacoli saranno aperte da mercoledì 22 settembre, mentre da mercoledì 29 settembre sarà possibile prendere appuntamento per assistere alle conferenze e al concerto inaugurale. Le conferenze sono a ingresso libero, previa prenotazione, e saranno anche trasmesse in streaming sul sito del festival.

BergamoScienza è il primo festival scientifico nato in Italia, in grado di trasformare ogni autunno Bergamo nel palcoscenico della scienza chiamando le voci più rappresentative a livello mondiale, tra cui, a oggi, ben 31 Premi Nobel. In diciotto edizioni sono state registrate 2.355.921 presenze, realizzate grazie anche all’aiuto di 39.849 volontari e con 482 scuole protagoniste.

«Per due settimane torneremo ad animare la città con un’edizione che fa tesoro dell’esperienza dello scorso anno e combina sapientemente conferenze in presenza e contributi digitali – spiega Raffaella Ravasio, Presidente dell’associazione BergamoScienza -. Facciamo conoscenza è il motto del festival di quest’anno, ma è anche l’ispirazione che da quasi vent’anni ci guida nel seminare conoscenza, promuovendo una nuova cultura della divulgazione scientifica».

Il programma

Il programma completo della manifestazione è disponibile al SEGUENTE LINK. Ad aprire il palinsesto, venerdì 1 ottobre, alle 21, il concerto Piano Variations on Jesus Christ Superstar del compositore e pianista Stefano Bollani in Piazzale degli Alpini, organizzato con il festival Contaminazioni Contemporanee. In programma 16 conferenze in Piazzale degli Alpini (nel weekend del 2-3 ottobre), al Teatro Sociale (nella settimana 4-10 ottobre) e al Centro Congressi (nella settimana 11-17 ottobre). Tanti gli appuntamenti che si potranno seguire a distanza, sul web: 60 laboratori (30 a settimana); 10 spettacoli di divulgazione scientifica (riservati alle scuole); 8 tour virtuali in luoghi di cultura e aziende che fanno dell’innovazione e della ricerca avanzata la loro cifra distintiva.

"Le sfide che ci attendono" è il titolo della conferenza inaugurale del festival, in cui, sabato 2 ottobre, la Presidentessa del Water Grabbing Observatory Marirosa Iannelli, intervistata dal giornalista ambientale Emanuele Bompan, illustrerà le dinamiche internazionali di fronte alla crisi ambientale. Iannelli aggiornerà il pubblico sugli scenari discussi e le soluzioni proposte durante il Pre-COP Summit, la riunione ministeriale che si svolgerà a Milano dal 30 settembre al 2 ottobre in cui Stati, organizzazioni internazionali e Ong si confronteranno in vista della prossima Conferenza degli Stati membri della Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, nota anche come COP26. All’incontro interverrà l’amministratore delegato di ONE Campaign Tom Hart che, intervistato dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori, porterà la visione di un movimento globale sulle sfide del prossimo futuro, come ad esempio un equo accesso alle risorse e ai farmaci.

BergamoScienza si concluderà domenica 17 ottobre, alle 17, con il Premio Nobel per la Medicina 2001 Sir Paul Nurse.

Il genetista e biologo cellulare britannico, celebre per i suoi studi sul ciclo cellulare e l'attività delle cicline, terrà la lectio “Che cos’è la vita?” in cui ripercorrerà le grandi scoperte della biologia e spiegherà, attraverso un’entusiasmante sintesi di chimica, fisica, genetica e teoria dell’informazione, come la vita complessa riesca a emergere dalla materia inanimata, invitando il pubblico a guardare, con occhi differenti, al nostro posto sul pianeta e alle sfide ambientali da cui dipende la nostra sopravvivenza.

La Scuola in Piazza

Gli istituti tornano nel primo weekend del festival, sabato 2 e domenica 3 ottobre, ad animare diversi luoghi del centro città con La Scuola in Piazza, fiera scientifica on the road giunta alla settima edizione. Saranno 24 le scuole coinvolte: 16 secondarie di secondo grado, 1 scuola dell’infanzia e 7 scuole del primo ciclo.