Il premio

Regista di Martinengo vince il David di Donatello per il Miglior Cortometraggio

Prestigioso riconoscimento per “Anne” del bergamasco Stefano Malchiodi e di Domenico Croce

Regista di Martinengo vince il David di Donatello per il Miglior Cortometraggio
Cultura 27 Marzo 2021 ore 01:27

Il regista bergamasco Stefano Malchiodi, di Martinengo, si è aggiudicato il prestigioso David di Donatello per il Miglior Cortometraggio con “Anne”, realizzato con Domenica Croce.

L’opera parla di James, che si sveglia la notte in preda agli incubi. Ricordi della guerra, dei morti, delle tante battaglie combattute nel Pacifco durante la seconda guerra mondiale. James fa gli stessi sogni ogni notte e ogni notte si sveglia... nel suo lettino. James ha infatti sei anni ed è nato nel '96. Eppure quei ricordi sono i suoi.

“Anne” è un cortometraggio ispirato alla vera storia di James Leininger, un bambino americano che, fin dalla tenera età, ha mostrato di avere ricordi di una vita passata; incredibilmente molti di questi ricordi sembrano combaciare con le vicende un personaggio realmente esistito: il pilota di aviazione James Houston II, morto durante la battaglia di Iwo Jima nel 1945. Starà al padre del piccolo James, convinto che quelle del figlio non siano solo fantasie, capire cosa si nasconde dietro a quei ricordi così vividi.