i dati dell'Inail

A Bergamo il primato negativo di morti sul lavoro per il Covid. Sono 130mila i contagiati

A Bergamo il primato negativo di morti sul lavoro per il Covid. Sono 130mila i contagiati
Economia 22 Gennaio 2021 ore 11:31

La Lombardia è il territorio dove si conta il maggior numero di denunce di casi mortali legati al Covid in ambito lavorativo (37,6 per cento) e a Bergamo spetta purtroppo il triste primato di provincia dove si conta il maggior numero di morti dall’inizio della pandemia. Nella Bergamasca si sono registrati infatti il 10,4 per cento dei decessi su scala nazionale.

È parte dei risultati del rapporto stilato dall’Inail con i dati aggiornati al 31 dicembre. In particolare, a questa data, le infezioni da Covid di origine professionale denunciate sono state 131.090, pari al 23,7 per cento del totale delle denunce raccolte. Se si considera il numero di contagiati in Italia comunicati dall’istituto superiore di sanità, questo tasso è pari al 6,2 per cento.

Rispetto al monitoraggio dell’Inail di novembre, l’ultimo report segna un aumento di 26.762 casi di Covid sul lavoro, di cui 16.991 riferiti a dicembre. Segno anche del maggiore impatto che la seconda ondata ha avuto sul mondo del lavoro.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli