Menu
Cerca
Sponsorizzato

La borsa ai tempi del coronavirus: consigli e strategie per investire

Chi vuole cominciare a investire in azioni deve seguire un percorso preciso, per evitare sbagli ed errori che possono compromettere le proprie prestazioni

La borsa ai tempi del coronavirus: consigli e strategie per investire
Economia 05 Febbraio 2021 ore 09:00

Dopo l’insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca le borse mondiali hanno chiuso in forte rialzo, a dimostrazione delle aspettative degli investitori nella ripresa dell’economia USA grazie a una maggiore efficienza nella campagna di vaccinazione. Il neopresidente, infatti, ha subito inserito al centro della sua agenda l’accelerazione nella somministrazione dei vaccini, nuovi obblighi per contenere i contagi e assicurato un maggiore sostegno nei confronti delle politiche ambientali.

Il cambio alla presidenza degli Stati Uniti è stato accolto positivamente anche dalle borse europee, infatti il FTSE Mib ha ridotto le perdite rispetto ad un anno fa, con un calo che diminuisce ad appena il 5% e Borsa Italiana che torna sopra i 22.500 punti. Il mercato azionario si dimostra dunque il settore più apprezzato in questo momento, tuttavia è necessario investire in modo consapevole seguendo strategie accurate e i consigli dei trader esperti.

Come investire sul mercato azionario con il trading online

Chi vuole cominciare a investire in azioni deve seguire un percorso preciso, per evitare sbagli ed errori che possono compromettere le proprie prestazioni. Per i professionisti di TradingOnline.me, per iniziare a giocare in Borsa è necessario innanzitutto scegliere un broker online autorizzato, un intermediario finanziario in possesso di licenze europee e monitorato dalla Consob.

Il broker giusto per fare trading online nel mercato azionario deve garantire anche un’ampia gamma di asset su cui investire, sia per la Borsa Italiana sia per le principali borse europee ed extra UE, dallo S&P 500 ai più importanti listini asiatici. Allo stesso modo i costi devono essere contenuti, individuando soluzioni convenienti come il programma zero commissioni sulla compravendita di azioni di eToro, ideale per chi investe nel lungo termine con il position trading.

Inoltre bisogna conoscere la Borsa e i meccanismi che caratterizzano il mercato delle azioni, imparando l’analisi tecnica per utilizzare i grafici e gli indicatori per monitorare gli asset e identificare le opportunità più interessanti. Alcuni broker mettono a disposizione anche servizi utili per i trader principianti, come il social trading o i segnali di trading, attraverso i quali ottenere supporto quando ancora non si possiedono competenze adeguate.

In particolare, una capacità fondamentale è apprendere come gestire il rischio, valutando correttamente gli asset più profittevoli in base al rendimento storico, alle prospettive di crescita e ai trend del momento. Per minimizzare il rischio si possono usare funzionalità come gli stop loss e i take profit, impostando ordini automatici per liquidare le posizioni qualora il prezzo dovesse muoversi oltre i parametri di rendimento e perdita definiti con l’analisi tecnica.

L’importanza della strategie nel trading azionario

Il trading di azioni richiede la pianificazione di strategie d’investimento personalizzate, tenendo conto degli obiettivi da raggiungere, del capitale a disposizione e delle proprie capacità tecniche e professionali. In questo modo è possibile operare con maggiore precisione e lucidità, evitando l’improvvisazione e ottimizzando le performance di trading nel lungo periodo.

Un aspetto da non sottovalutare è la sostenibilità degli investimenti, quindi bisogna sempre valutare l’importo corretto dell’operazione, affinché in presenza di eventuali perdite la posizione sia ammortizzabile senza particolari problemi. Lo stesso vale per la diversificazione degli asset, un approccio essenziale seguito da tutti i trader professionisti, per ridurre il rischio complessivo e proteggere il capitale contro crisi, sbagli e tendenze inattese.

Non meno importante nel trading azionario è la scelta di settori che si conoscono bene, concentrandosi su titoli di società quotate sui quali si possono ottenere informazioni complete, per essere in grado di realizzare studi approfonditi ed esaurienti del business dell’azienda e delle sue potenzialità di crescita. La strategia deve anche integrare investimenti con orizzonti temporali diversi, un’opzione che aiuta a limitare il rischio e approfittare di tutte le opportunità a disposizione.

Ad esempio, se con il position trading è possibile investire nel lungo periodo, scegliendo titoli value di imprese con fondamentali robusti e il pagamento di dividendi, con il day e lo swing trading si possono sfruttare le oscillazioni dei prezzi e le tendenze per investire nel breve e nel medio termine. Ad ogni modo, per giocare in Borsa è indispensabile partire in modo graduale, non avendo fretta di investire ma focalizzandosi prima di tutto sul miglioramento delle competenze, dedicando tutto il tempo necessario allo studio prima di effettuare qualsiasi tipo di compravendita di azioni.