gli effetti della crisi

L'Atb approva il bilancio di gruppo: nel 2020 perdita di 2,5 milioni di euro per il Covid

Il patrimonio netto è quindi passato da 60,8 milioni nel 2019 ai 58,3 milioni di euro dello scorso anno

L'Atb approva il bilancio di gruppo: nel 2020 perdita di 2,5 milioni di euro per il Covid
Economia Bergamo, 29 Giugno 2021 ore 00:42

Si è chiuso con una perdita di 2,5 milioni di euro e con una variazione del patrimonio netto da 60,8 milioni a 58,3 milioni di euro il bilancio consolidato del gruppo Atb del 2020, anno di maggior crisi per il settore del trasporto pubblico a causa delle limitazioni imposte per contenere la diffusione del Covid. Drastica la riduzione dei passeggeri a bordo dei mezzi, passati da 32 a 19.5 milioni di individui invertendo un trend in crescita da anni, cui è seguita una forte contrazione degli introiti tariffari.

Anche la gestione dei servizi che la società capogruppo Atb Mobilità svolge per il Comune ha subito gli effetti della crisi e dei provvedimenti adottati dall’Amministrazione comunale per quanto riguarda la gestione della sosta, con una riduzione degli introiti di oltre 1,6 milioni di euro.

Ciononostante, l’azienda ha continuato a garantire ai bergamaschi un servizio sicuro ed efficiente, riorganizzandosi in tempi rapidi durante il lockdown e in occasione della ripresa delle attività scolastiche. Un impegno che si è tradotto anche nella conferma degli investimenti e nell’adozione di misure di sicurezza e d’informazione sui mezzi e alle fermate, tra cui il monitoraggio dei flussi dei viaggiatori in tempo reale grazie al sistema conta-passeggeri.

«Nonostante il risultato economico negativo – commenta il presidente Enrico Felli -, le risorse finanziarie del gruppo ci consentono di non modificare il piano degli investimenti con l’obiettivo di migliorare i servizi ai cittadini, ricorrendo a moderne tecnologie, e con il graduale rinnovamento della flotta a basso impatto inquinante, proseguendo così il percorso avviato con la Linea C».

Il percorso intrapreso è quello di una mobilità integrata e sostenibile: l’indice di accessibilità è prossimo al livello medio europeo del 40 per cento; circa la metà della flotta è composta da mezzi a basso impatto ambientale, con alimentazione elettrica o a metano; inoltre, sono stati introdotti strumenti innovativi come il nuovo sistema di bigliettazione elettronica

I risultati della gestione

Atb Mobilità spa:

La capogruppo (oltre a svolgere la funzione di holding si occupa della riscossione delle tariffe e del controllo della sosta) chiude con una perdita di circa 2,5 milioni, contro un 2019 che si era chiuso con un utile di 1,8 milioni di euro, soprattutto per effetto dei proventi derivanti da partecipazioni distribuiti dalle controllate Atb Servizi spa e Nuovi Trasporti Lombardi srl.

Il mantenimento dei corrispettivi previsti dai contratti di servizio e il parziale riconoscimento dei mancati introiti hanno contenuto gli impatti della pandemia, ma non hanno consentito di raggiungere un risultato di equilibrio.

Atb Servizi spa:

Anche il bilancio consuntivo della società che gestisce il servizio di trasporto pubblico nell’area urbana di Bergamo in 27 Comuni limitrofi si è chiuso con un utile di 189 mila euro e con una riduzione, pari a -1,8 milioni (pari al -90,4%) rispetto al risultato dell’anno precedente di 2 milioni di euro circa.

I ricavi delle tariffe ammontano a circa 8,2 milioni, con una variazione negativa del 45,5% rispetto ai 14,9 milioni di euro del 2019. I ricavi da corrispettivo risultano invece pari a 9 milioni di euro, in crescita rispetto agli 8,5 milioni di euro dell’anno precedente per effetto dei provvedimenti nazionali e regionali, che hanno garantito il mantenimento dei corrispettivi previsti dai contratti di servizio pur in presenza di minori percorrenze effettuate.

I risultati delle società partecipate

Il bilancio consuntivo di Teb spa, partecipata dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Bergamo che gestisce la Linea T1 Bergamo-Albino, si è chiuso con una perdita di 373 mila euro, mentre quello di Trasporti Bergamo Sud Ovest spa, che svolge l’attività di trasporto pubblico locale nell’ambito dell’area urbana di Bergamo e dell’area sud della Provincia si è chiuso con un risultato positivo di 225 mila euro.

Nuovi Trasporti Lombardi srl, la società costituita al 50% da Atb Mobilità e Brescia Mobilità e che detiene il 45% della società Apam Esercizio spa di Mantova, ha chiuso con una perdita di 14 mila euro.

Infine, Bergamo Parcheggi spa, società che gestirà il discusso parcheggio multipiano alla Fara, evidenzia un utile di circa 63 mila euro contro i 214 mila del 2019.