Economia
Dati Camera di commercio

L'export bergamasco vola: nel terzo trimestre dell'anno totalizza 4,2 miliardi di euro

In un confronto con i valori pre-crisi del 2019, il valore complessivo delle esportazioni è salito del 6,9 per cento

L'export bergamasco vola: nel terzo trimestre dell'anno totalizza 4,2 miliardi di euro
Economia Bergamo, 11 Dicembre 2021 ore 11:10

Le produzioni bergamasche all’estero continuano ad avere fortuna: il valore delle esportazioni nel terzo trimestre dell’anno hanno infatti totalizzato i 4.2 miliardi di euro, con una crescita del 16,6% su base annua, (contro variazioni del 16,8% in Lombardia e del 13,6% in Italia).

A trainare l’export orobico, come si deduce da una nota diffusa dalla Camera di Commercio di Bergamo, sono i settori riguardanti: macchinari (1 miliardo e 38 milioni, +8,7%), prodotti chimici (635 milioni, +33,5%), metalli di base (532 milioni, +17,0%), articoli in gomma (410 milioni, +19,5%), mezzi di trasporto (390 milioni, +15,0%), apparecchi elettrici (290 milioni, +23,2%), tessile e abbigliamento (257 milioni, +18,7%) e, infine, alimentari (245 milioni, +7,4%).

Le mete cui vengono destinate le nostre produzioni restano quelle di sempre, anche se emerge un tasso di variazione tendenziale positivo verso l’area UE 27 post Brexit (16,7%) e verso l’Eurozona (17,6%). Recuperano anche i mercati extra europei (16,4%) con variazioni positive per tutte le aree, tranne che per il Medio Oriente.

Se si prende in esame il terzo trimestre del 2020 e lo si paragona a quello di quest’anno si registrano variazioni positive anche sul fronte delle esportazioni verso i primi 10 Paesi per interscambio commerciale con Bergamo: Germania (14,9%), Francia (13,0%), Stati Uniti (23,6%), Spagna (23,8%), Regno Unito (13,1%), Polonia (9,0%), Cina (15,8%), Svizzera (8,4%), Paesi Bassi (12,5%), Austria (31,5%).

In un confronto con i valori pre-crisi del corrispondente trimestre del 2019, il valore complessivo delle esportazioni è salito del 6,9%, con variazioni negative soltanto per legno (-1,2%) e i macchinari (0,4%). Sul fronte delle importazioni, invece, il terzo trimestre dell’anno in corso si è chiuso a circa 2,8 miliardi. Il saldo trimestrale della bilancia commerciale di Bergamo è quindi in positivo per circa 1,5 miliardi, valore che però è inferiore al saldo del trimestre corrispondente dell’anno scorso, quando era pari a 1,6 miliardi.