I dati

Mutui, in Lombardia crescono le richieste e l'importo medio: Bergamo settima

Secondo l’osservatorio Facile.it - Mutui.it, nei primi sei mesi del 2024 la richiesta di finanziamenti è aumentata del 18 per cento

Mutui, in Lombardia crescono le richieste e l'importo medio: Bergamo settima
Pubblicato:
Aggiornato:

Arrivano segnali positivi dal mondo dei mutui casa: secondo l’osservatorio congiunto Facile.it - Mutui.it, nei primi sei mesi del 2024 in Lombardia la richiesta di finanziamenti è aumentata del 18 per cento rispetto allo stesso periodo del 2023. In aumento anche l’importo medio richiesto (+1,5 per cento, con Bergamo settima in Lombardia) e il valore medio degli immobili oggetto di mutuo (+3 per cento).

L'andamento provinciale

Analizzando le richieste di mutuo raccolte in Lombardia nel primo semestre del 2024 emergono delle differenze a livello locale. Milano è la provincia lombarda dove è stato rilevato l’importo medio più alto (161.838 euro), seguita da Como (142.043 euro), Lecco (139.206 euro), Monza e Brianza (136.064 euro), Brescia (133.566 euro), Varese (132.117 euro) e Bergamo (129.259 euro). Continuando a scorrere la graduatoria lombarda si posizionano, a breve distanza tra di loro, Lodi (117.736 euro), Mantova (117.675 euro) e Cremona (116.483 euro). Chiude la classifica Pavia (114.572 euro).

Il profilo del richiedente

Analizzando un campione di oltre 95 mila richieste di mutuo raccolte online in Lombardia emerge che chi ha presentato domanda di finanziamento nei primi 6 mesi dell’anno ha puntato ad ottenere in media 144.187 euro, importo in aumento (+1,5 per cento) rispetto allo stesso periodo del 2023. Cresce anche il valore medio dell’immobile oggetto di mutuo, che arriva a 227.741 euro (+3 per cento). La durata del mutuo scende leggermente da quasi 25 anni a 24 anni, mentre l’età media dei richiedenti arriva a sfiorare i 40 anni (in aumento di un anno rispetto al 2023).

Limitando l’analisi alle sole richieste di mutui per l’acquisto della prima casa, emerge che l’importo medio richiesto in Lombardia nei primi 6 mesi del 2024 è stato pari a 150.135 euro, in aumento dell’1 per cento rispetto allo scorso anno. Cala leggermente il valore medio dell’immobile, che scende a 210.626 euro (-1 per cento). Stabili, invece, l’età media dei richiedenti (36 anni e mezzo) e la durata del piano di ammortamento (poco più di 26 anni).

Dal punto di vista dell’offerta, i primi sei mesi dell’anno sono stati caratterizzati da buone condizioni sul fronte dei tassi fissi. L’Irs, l’indice di riferimento per i mutui fissi, nonostante un andamento altalenante dovuto alle performance del mercato obbligazionario, è rimasto su livelli bassi per tutto il semestre e questo ha permesso alle banche di mantenere bassi i tassi proposti alla clientela.

Per quanto riguarda i tassi variabili, nonostante il calo degli indici dovuto al taglio della Bce, i valori restano ancora elevati; per un mutuo medio, le migliori offerte partono da un tasso (Tan) del 4,34 per cento, con una rata di 682 euro.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali