Economia
intesa raggiunta

Accordo Bper-sindacati: 1.700 uscite, 550 nuove assunzioni e 300 stabilizzazioni

La banca ha comunicato di aver siglato ieri sera (28 dicembre) il patto con le organizzazioni sindacali del gruppo

Accordo Bper-sindacati: 1.700 uscite, 550 nuove assunzioni e 300 stabilizzazioni
Economia 29 Dicembre 2021 ore 12:04

A fronte di 1.700 uscite, anche tramite il ricorso al fondo di solidarietà di settore, sono state definite 550 nuove assunzioni e la stabilizzazione di 300 contratti a termine.

Lo ha annunciato Bper Banca, che ieri sera (martedì 28 dicembre) ha raggiunto un accorso con le organizzazioni sindacali del gruppo per favorire un ricambio generazionale e professionale, insieme a una riduzione della forza lavoro, che consentirà di diminuire in modo strutturale gli oneri del personale. Un’intesa arrivata al termine del processo di ottimizzazione degli organici deliberato e comunicato il 23 settembre scorso.

Con le organizzazioni sindacali sono state concordate anche nuove previsioni in tema di previdenza complementare, assistenza sanitaria e altri aspetti normativi per i lavoratori della Capogruppo ed è stato raggiunto un nuovo accordo di Gruppo riferito alla mobilità territoriale.

«Sono molto soddisfatto degli accordi raggiunti – commenta l’amministratore delegato Piero Luigi Montani -, che costituiscono un’importante premessa per le nuove sfide che il Gruppo sarà chiamato ad affrontare con il Piano industriale 2022-2024. Tali accordi consentiranno, tra l’altro, l’ingresso di nuove risorse, a sostegno dell’occupazione giovanile e in un’ottica di ricambio generazionale. Sottolineo, inoltre, l’importante armonizzazione di alcuni trattamenti economici e normativi che riguardano le varie aziende coinvolte dalle recenti operazioni straordinarie, portate a termine con successo dal Gruppo Bper Banca».