Economia
In fiera

Si chiude con 55mila visitatori la 42esima edizione della Campionaria

Casa e ristrutturazione, tecnologia e innovazione, “piazza del lavoro” e sostenibilità le novità apprezzate dal pubblico. Successo confermato per l’ampia area con le specialità enogastronomiche da tutta Italia

Si chiude con 55mila visitatori la 42esima edizione della Campionaria
Economia Bergamo, 02 Novembre 2021 ore 00:55

Si chiude con 55mila visitatori la 42esima edizione della Fiera Campionaria di Bergamo. Per cinque giorni (dal 28 ottobre al 1° novembre) i due padiglioni del Polo Fieristico di via Lunga hanno ospitato 160 stand da 16 regioni italiane che hanno proposto su una superficie espositiva di 15 mila mq un vasto mix di prodotti, un “campione” – da qui il nome della kermesse organizzata da Promoberg e supportata da Intesa Sanpaolo e Banco Bpm Credito Bergamasco – di tanti settori merceologici diversi. La giornata di maggior affluenza è stata quella di domenica 31 ottobre, seguita da lunedì 1° novembre e da sabato 30 ottobre: un successo di pubblico favorito anche lungo fine settimana di Ognissanti.

Nell’edizione 2021 di Campionaria hanno raccolto grande successo le proposte legate a casa, ristrutturazione e risparmio energetico, così come al complemento d’arredo. Particolarmente frequentati anche gli spazi dedicati alla tecnologia – a partire da quella applicata alla casa –, al mondo dell’automazione e alle nanotecnologie. Protagonista come da tradizione la variegata offerta enogastronomica, con i prodotti della bergamasca e i sapori dalle regioni italiane valorizzati da numerosi show-cooking, degustazioni ed assaggi.

3 foto Sfoglia la gallery

Alberto Capitanio, project manager di Fiera Campionaria: «Abbiamo avuto un riscontro molto positivo soprattutto nelle aree dedicate all’edilizia, alla ristrutturazione, all’efficientamento energetico e a tutto ciò che riguarda la tecnologia applicata alla casa. Un anno di stop non si è fatto sentire: i bergamaschi non hanno perso il proprio legame con la Campionaria e sono accorsi numerosi in Fiera. Nuove aziende si sono affacciate a questa manifestazione: è il caso di quelle legate al settore dell’automazione industriale, che hanno scelto la “fiera delle fiere” per presentare i propri prodotti raccogliendo un ottimo riscontro. Grande interesse anche per la “piazza del lavoro”: più di un centinaio di giovani e meno giovani si sono confrontati sul modo corretto di compilare il proprio Cv e di sostenere un colloquio di lavoro, ma anche molte aziende, in particolare della microimpresa, si sono avvicinate per la prima volta al mondo delle agenzie del lavoro: una conferma dell’importante domanda di profili professionali – in particolare tecnici e artigiani – oggi presente sul territorio».