Economia

Struttura e alberatura di un sito web aziendale

Struttura e alberatura di un sito web aziendale
Economia 22 Ottobre 2021 ore 07:18

La struttura base di qualsiasi sito web aziendale presente attualmente su internet comprende la home page, la pagina chi siamo, la pagina dedicata ai prodotti o servizi e la pagina dei contatti.

Quello che fa la differenza su un sito web aziendale, è l’alberatura del sito, che aiuta ad organizzare e ordinare tutti i contenuti. 

Una corretta alberatura del sito migliora la navigazione e ottimizza la user experience dei visitatori, migliorando di conseguenza il posizionamento nella SERP dei motori di ricerca.

Abbiamo realizzato questo articolo a scopo informativo, assieme ai migliori esperti di realizzazione di siti web a Bergamo. Per la costruzione di un sito aziendale è consigliato infatti affidarsi a professionisti del settore.

Come realizzare una perfetta alberatura di un sito

La maggior parte dei siti web realizzati fino ad oggi, si concentrano esclusivamente sui contenuti ma, alla base dell’intero portale, non è presente una struttura solida in grado di supportare e organizzare tutti i file presenti nello spazio. 

Se i contenuti sono realizzati alla perfezione ma non sono organizzati nel modo corretto, e quindi dislocati a caso nel sito, un utente riscontra numerose difficoltà nella fruizione dei contenuti e tende ad abbandonare il sito. 

Oggi più che mai, l’elemento principale su cui si devono basare tutti i siti web è l’esperienza utente e l’alberatura di un sito web permette di ricreare un’esperienza simile a quella dei negozi offline, offrendo un supporto totale al visitatore e disponendo tutti i contenuti nelle aree specifiche. 

 Architettura di base

Cosa si intende per architettura di un sito web? L’architettura di base è strutturata ad albero e le sezioni sono suddivise nel seguente modo: 

  • Home page;
  • Contenuti e macro categorie;
  • Sottocategorie;
  • Pagine prodotto. 

Le informazioni devono essere inserite nelle apposite categorie e devono essere facilmente raggiunte dalla home page, ciò significa che il visitatore riesce a trovare il contenuto desiderato in 1 o 2 click. 

Come strutturare un sito per offrire la migliore user experience

Per migliorare la user experience di un sito è necessario adottare delle pratiche mirate che si basano su 4 aspetti fondamentali: semplicità, fluidità, velocità e chiarezza. 

Gli elementi da ottimizzare all’interno del sito sono tanti, in particolare è doveroso focalizzarsi sui link interni, sul menù di navigazione e sui breadcrumbs.

I link interni rappresentano delle “armi” da utilizzare con intelligenza e devono essere collocati in modo da costruire un percorso intelligente che aggiunge valore al sito e fornisce ai visitatori tutte le informazioni utili. 

Il menu di navigazione rappresenta il vero biglietto da visita, perché è il primo elemento osservato da un visitatore quando entra sul sito. Un buon menù deve essere semplice, coerente e intuitivo. 

I breadcrumbs, ovvero le “briciole di pane”, sono degli elementi aggiuntivi che aiutano gli utenti ad orientarsi all’interno del sito e servono per percorrere il percorso di navigazione a ritroso (es: tornare alla categoria principale o sulla home page).
Mai sentito parlare dei breadcrumbs? Sono le cosiddette “briciole” di pane che aiutano l’utente ad orientarsi. Servono per ripercorrere il percorso di navigazione a ritroso, ritornare alla categoria superiore o semplicemente cliccare sulla home page.

Si conclude la struttura del sito realizzando una mappa, una rappresentazione visiva dell’intera architettura che permette di visualizzare le eventuali criticità e di intervenire immediatamente.