A spasso per Bergamo

5 belle vetrine di Natale in città

5 belle vetrine di Natale in città
26 Dicembre 2018 ore 05:30
Foto di Mario Rota

 

Non una classifica, ma una carrellata. Uno sguardo alle vetrine che più ci hanno colpito nella città, senza la pretesa di essere completi, esaustivi. Di sicuro ci sono tante altre belle vetrine. Noi ve ne indichiamo alcune, certamente suggestive, che riecheggiano elementi della tradizione del Natale, fra il Mediterraneo e il Nord del mondo. La neve, certo; il Babbo Natale, certo. Ma anche la grande ruota panoramica che gira dietro il vetro che riflette il volto di chi guarda. E quella cassettiera aperta come per magia che mostra la preziosità dei profumi. E quelle tende che ricordano un sipario… Tra il mondo reale e il mondo del sogno. Natale è anche il sogno di un mondo più umano.

 

Beparfum Scent Lounge

Partendo dal centro città, il cuore pulsante dell’economia cittadina, la base di partenza di qualsiasi passeggiata di shopping, ecco via Sant’Orsola e la vetrina con la cassettiera della profumeria Beparfum Scent Lounge. Michela, la proprietaria, ci ha raccontato che la scelta di questo mobile non è casuale: «Volevamo ricreare un’atmosfera fiabesca, che fosse a metà tra sogno e realtà. Volevamo richiamare il senso di tradizione legato alla genuinità, che per altro corrisponde esattamente ai prodotti che vendiamo». Michela spiega che la cassettiera rispecchia «un fattore comune a tutte le età, ossia il senso di prezioso. Abbiamo pensato che questo allestimento fosse in sintonia con i nostri prodotti che hanno l’ambizione di legarsi alla tradizione, al semplice bisogno del bello, che si ritrova anche in una fragranza, in un profumo». Il negozio non risulta una classica “scatola profumata” dove magari ci si ritrova immersi in un mix di profumi intensi e persino fastidiosi. No, qui si avverte delicatezza, un senso di assoluto relax. BeParfum infatti si definisce «uno spazio culturale del profumo» dove è possibile trovare profumi per la persona e per la casa provenienti dai migliori maestri profumieri di tutto il mondo, prodotti tutti biologici e biodinamici. Come non pensare a quello straordinario romanzo di Susskind, Il Profumo?

 

Fit#10

Proseguendo lungo la via, si viene colpiti da una pioggia di luci scintillanti su una vetrata alta e un gigantesco pouf azzurro, quasi fluorescente, posizionato proprio accanto alla porta d’ingresso: si tratta della palestra Fit#10, in un piccolo cortile interno di via Sant’Orsola. Una palestra non convenzionale, perché non si notano attrezzi, non ci sono tapis roulant, non ci sono segretarie indaffarate a vendere pacchetti esclusivi di ore spese fra pesi e pesetti. E allora? Sembra che si tratti di una metodologia innovativa di allenamento, praticabile una sola volta a settimana per soli 20 minuti, ottenendo un risultato come se in palestra ci fossimo stati per quattro ore, miracolo! La prova è gratuita. Una dei soci, Daiana Peracchi, racconta che la loro vetrina rispecchia esattamente semplicità e trasparenza di lavoro e azione: «Durante l’allenamento, il personal trainer è totalmente dedito al cliente, non perde mai d’occhio chi sta svolgendo gli esercizi, perciò abbiamo deciso di essere trasparenti e semplici anche nell’addobbare il nostro studio».

 

La Cicogna

Sara ha una risata fragorosa e schietta, è difficile non notarla: è la proprietaria di uno dei negozi storici di Bergamo “La Cicogna”, un negozio che, dal 1956, ha servito diverse generazioni di Bergamo e provincia e che è in attesa del riconoscimento di storicità da parte della Regione Lombardia per l’attività svolta da oltre sessant’anni sulla piazza di Bergamo. Dice Sara: «Settimana scorsa una signora entra nel mio negozio e io la accolgo aprendole la porta. Lei mi dice che le tende della mia vetrina sono orrende! Ci sono rimasta male». E invece sono interessanti: come i sipari di un palcoscenico, danno il benvenuto in un mondo di bimbe e bimbi vestiti da principesse e principi. Sara racconta di essere stata due giorni nell’immenso centro commerciale Harrods di Londra per curiosare fra le tendenze degli allestimenti londinesi e portarli nella nostra Bergamo, almeno come spirito. L’idea, dice Sara, è quella di fare sognare un po’ i passanti, magari sorprenderli, distoglierli dallo standard tipico dei grandi centri commerciali e delle vetrine online.

 

Madama

Oltre il cuore della città, per lo più affollato da negozi di conosciute marche nazionali e internazionali che posseggono bellissime vetrine ma troppo “standard”, si sveglia dal sonno il borgo di Pignolo; in via Tasso brilla il negozio di fiori e oggetti Madama, che ruba lo sguardo: in una delle due vetrine luccica una ruota panoramica in movimento e all’ingresso del negozio due Babbo Natale, simili a due soldatini, appaiono come le guardie del mondo fiabesco. Madama non è semplicemente un negozio di fiori, ma davvero un angolo incantato della città. Qui respirano insieme tradizione, fantasia, buon gusto. Antonio Madama, il titolare, racconta l’allestimento delle vetrine: «Per la ruota panoramica ci siamo ispirati alle capitali europee, principalmente a Parigi e a Londra, con le vetrine in movimento dei grandi magazzini Lafayette e Harrods, mentre per l’altra ci siamo ispirati ai bambini e a Santa Lucia, attraverso sculture in latta che si rifanno al cartone “Lo Schiaccianoci”».

 

Dimore

Da via Tasso a via Masone, sempre nella contea di Pignolo, mondo a parte, carico di storia. In vetrina c’è un tavolo imbandito con funghi, vasi, alzatine di cristallo, casette innevate, cuscini meravigliosamente ricamati e pupazzi di varie dimensioni. Il “cavallo di battaglia” di questo negozio è l’arredamento e lo si capisce subito dal divano che si impone all’attenzione per la sua eleganza. La proprietaria di “Dimore” spiega: «Quest’anno, per arredare la vetrina ci siamo ispirati all’atmosfera natalizia dei Paesi nordici, attraverso prodotti artigianali ricercati nelle fiere internazionali alle quali partecipiamo. È il nostro lavoro. Ricerchiamo tessuti e li confezioniamo in laboratorio per cuscini, divani, oggetti personalizzati con le iniziali e arredamento in generale». Poi si sbilancia e regala un’anteprima: «Tra gennaio e febbraio verrà allestita in negozio una nuova esposizione con interi complementi di casa».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia