Areo si schianta a Siviglia: 10 morti

10 notizie di cui parlare a cena Estate, ci attende un caldo record

10 notizie di cui parlare a cena Estate, ci attende un caldo record
07 Maggio 2015 ore 12:40

1 – In arrivo un’estate rovente

Dopo un inizio di primavera con meteo a singhiozzo, tra giornate di sole e week end di pioggia, gli esperti sono certi che, invece, l’estate in arrivo sarà caldissima. Sarà addirittura una stagione da record, dicono gli esperti, la più calda dal 2003 e la seconda più bollente degli ultimi trent’anni. Merito (o colpa…) delle frequenti incursioni dell’anticiclone africano, attese per tutti i mesi estivi. Da giugno queste saranno più frequenti, con temperature destinate a salire. Le medie stagionali saranno confermate a giugno e luglio, con miglioramenti anche di un grado, mentre agosto sarà ancora più torrido, con una crescita della temperatura media di due gradi. (Leggi tutta la notizia qui)

2 – Spagna, aereo cade sullo stabilimento della Coca Cola: 10 vittime

download

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tragedia in Spagna: un aereo militare si è schiantato contro una fabbrica della Coca Cola, non distante dall’aeroporto di Siviglia. A dare la notizia è stato lo stesso premier spagnolo Mariano Rajoy, supportato dalle decine di foto che circolano già su Twitter dalla scena dell’incidente. Morti tutti i componenti dell’equipaggio, dieci persone, ma fonti di polizia aggiungono che altre due persone sarebbero state portate in ospedale in condizioni critiche. Il velivolo stava compiendo alcune prove di volo, ancora non è chiaro cosa abbia portato alla tragedia. Intanto, lo scalo aeroportuale di Siviglia è stato chiuso. (Leggi tutta la notizia qui)

 

3 – Nell’ex-villa di Totò Riina una caserma dei carabinieri

piscinariina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

È stata inaugurata oggi una nuova caserma dei carabinieri a Palermo, che sorge in un luogo molto particolare: l’ex-villa appartenuta a Totò Riina. La struttura ospitò il boss della mafia fino al gennaio 1993, appena prima di essere arrestato, e dal 2007 è stato confiscata definitivamente. Il capo delle cosche aveva pensato alla casa con alberi e piscine, tutti plus ora riadattati alle esigenze dei carabinieri. A dare il nome alla caserma saranno il maresciallo Mario Trapassi e l’appuntato Salvatore Bartolotta, uccisi nell’attentato del luglio ’83 in cui morì il giudice Rocco Chinnici. «Lo Stato è più forte della mafia, e lo sta dimostrando anche oggi», è quanto detto dal Ministro dell’Interno Angelino Alfano all’inaugurazione della caserma. «I mafiosi non sono solo degli assassini, ma sono anche ladri di futuro, speranza e di bellissime parole del nostro vocabolario come onore, famiglia e rispetto». (Leggi tutta la notizia qui)

 

4 – I 70 anni del partito più anziano d’Italia, il Sudtiroler Volkspartei

Compie 70 anni il partito più vecchio d’Italia: è il Sudtiroler Volkspartei, nato l’8 maggio del 1945, subito dopo la fine della guerra, con lo scopo di tutelare le istanze delle minoranze altoatesine. Ieri a Gries, Bolzano, il partito si è trovato a festeggiare i sette decenni di politica a Villa Ravanelli, proprio là dove nacque la coalizione. Da allora il Svp è l’unico partito che è sempre stato presente nel parlamento italiano, senza cambiare nome e senza perdere un turno. «Vogliamo mantenere viva l’eredità dei nostri padri fondatori, e porre al centro i valori del nostro partito», sono state le parole del segretario del Svp Philipp Achammer. (Leggi tutta la notizia qui)

 

5 – I 5 gol più belli di Leo Messi

La perla confezionata mercoledì nella semifinale di Champions contro il Bayern è forse uno dei gol più belli siglati da Leo Messi nella sua carriera. Gli altri è andato a cercarli il Corriere della Sera, che ha messo assieme le migliori marcature della Pulce. Dalla serpentina imprendibile contro il Getafe al movimento istantaneo contro il Milan, dal colpo di testa col Manchester in finale di Champions alla cavalcata col Brasile. Mettetevi comodi. (Leggi tutta la notizia qui)

 

6 – “GoGoBus”, l’app che crea il bus sharing

GoGoBus | Meglio di così, vai a piedi! from GoGoBus on Vimeo.

Si chiama GoGoBus, ed è la prima piattaforma di social bus sharing. Dopo il bike sharing e il car sharing, le dimensioni dei mezzi “condivisibili” crescono, e ora si potrà smezzare con altri, amici e non,  anche un pullman. L’app funziona in maniera molto semplice: un utente condivide sui propri canali social una destinazione di viaggio caricata sul portale, con l’invito a tutti gli interessati di iscriversi. Alla trentesima prenotazione il viaggio viene prenotato e “GoGoBus” s’incarica di trovare l’azienda di trasporti e organizzare il tutto. «Se il pullman si riempie ogni persona può risparmiare fino al 40% rispetto al prezzo iniziale», spiega Alessandro Zocca, ceo della startup. Il via alle prenotazioni è previsto per il 10 maggio. (Leggi tutta la notizia qui)

.

7 – Migranti, svolta Ue: tutti i Paesi dovranno accoglierli

minori-migranti

C’è chi parla di svolta per l’Agenda sull’immigrazione di cui sta discutendo la Commissione Europea e che è attesa in approvazione già questo mercoledì. La strage dello scorso 18 aprile, quando nel Canale di Sicilia persero la vita almeno 700 migranti, ha cambiato molto la percezione del fenomeno da parte di Bruxelles, e così si è arrivati a questo nuovo testo. La prima significativa novità è la creazione di un sistema di quote obbligatorie per ripartire tra tutti i 28 Paesi europei i migranti in arrivo. Non solo, il nuovo testo apre anche alla possibilità di svolgere missioni nei porti libici per sequestrare e distruggere i barconi degli scafisti, oltre ad un progetto per offrire aiuti di vario genere ai Paesi d’origine transito, per contrastare tanto le partenze quanto le bande criminali che favoriscono il traffico. (Leggi tutta la notizia qui)

.

8 – Il medico che ha scoperto Ebola negli occhi

occhio2-k8FC-U43080613588357t1F-593x443@Corriere-Web-Sezioni

Era convinto di aver sconfitto Ebola e di essere guarito, ma due mesi dopo ha scoperto che il virus era ancora nel suo corpo, nascosto dentro all’occhio sinistro. È l’incredibile vicenda raccontata dal New York Times ieri: il protagonista è Ian Crozier, un medico americano che aveva contratto il virus in Sierra Leone ed era tornato in America per farsi curare. Sembrava tutto finito, poi lo scorso dicembre Crozier è tornato ancora negli Usa: gli faceva male un occhio, sentiva una forte pressione. La sua vista peggiorava di giorno in giorno e il colore dei suoi occhi era diventato da azzurro a verde. Le analisi dei medici hanno portato alla scoperta che nella pupilla di Crozier c’era proprio un’alta quantità del virus Ebola. Era un caso unico il suo, per curarlo i medici hanno pensato di agire con un farmaco sperimentale mai usato, che ha permesso a Crozier di guarire definitivamente. (Leggi tutta la notizia qui)

.

9 – Ue: «Inaccettabili i doppi prezzi delle toilette di Venezia

640px-Venezia_-_Ponte_di_Rialto

Bruxelles passa ai raggi X Venezia e, in particolare, le sue toilette, discriminanti, accusa qualcuno, per il prezzo più alto fatto pagare ai turisti stranieri. Tutto parte dalla lettera di un turista belga, che scritto alla Commissione Ue per denunciare l’atteggiamento discriminatorio del Comune di Venezia. Il bagno non è il solo servizio soggetto a tariffari diversi: anche musei, wifi e vaporetti hanno costi variabili. Ma se sui trasporti si può chiudere un occhio, sui bagni pubblici la situazione appare ben più complessa, essendo un servizio di prima necessità che non offre alternative. (Leggi tutta la notizia qui)

.

10 – 2015, le tasse non aumentano: cresce l’Irpef solo in tre regioni

Tasse-estate-da-incubo-arriva-l-ingorgo-fiscale_h_partb

Il 2015 non vedrà nuovi aumenti di tasse a livello regionale. È la fotografia scattata da un rapporto della Cgia di Mestre, che ha preso in analisi l’addizionale regionale Irpef imposto dai Governatori del nostro Paese, scoprendo che, rispetto a un anno fa, in 13 regioni non è stato chiesto un euro in più ai cittadini, in due (Calabria e Molise) c’è stato addirittura un calo, in tre (Lombardia, Emilia Romagna e Trentino) il ritocco è stato minimo e, infine, soltanto in Lazio, Liguria e Piemonte si sono registrati aumenti consistenti, specie per i contribuenti con redditi superiori ai 35mila euro. (Leggi tutta la notizia qui)

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia