L'iniziativa

Art2night, la notte bianca dell’arte, dedica un’installazione alla pandemia

Trenta proposte sabato 26 settembre dalle 15 a mezzanotte. Organizzazione dell’Associazione Culturale Art Maiora

Art2night, la notte bianca dell’arte, dedica un’installazione alla pandemia
Bergamo, 25 Settembre 2020 ore 02:24

La bellezza dà spettacolo. Fa intrattenimento. Basta coordinare (non che sia facile e immediato) i tanti attori che a Bergamo si occupano di cultura e si può dar vita a una costellazione di eventi organica. La linea che collega queste stelle – i luoghi maggiormente iconici della città, i contenitori di arte e bellezza, i luoghi di produzione ed esposizione – è anche quest’anno Art2night, ideata e organizzata dall’Associazione Culturale Art Maiora ed ha come partner storico la Fondazione Credito Bergamasco.

Domani, dalle 15 alle 24, va in scena la settima edizione. Un’edizione speciale, come tutto ciò che viene dopo il lockdown. Trenta le proposte culturali, strutturate in quattro percorsi tematici: Arte, Musica, Tour e Intrattenimento.  Ad inaugurare l’edizione, come ogni anno, la Fondazione Credito Bergamasco con la presentazione, già giovedì 24 settembre, del restauro del Trittico di Sant’Andrea di Padovanino. Il progetto si colloca all’interno dell’iniziativa “Grandi Restauri, Bagliori Veneziani”.

15 foto Sfoglia la gallery

Un’ottima partenza sia per la straordinarietà della proposta artistica che per la partecipazione di pubblico. «Le chiese sono il segno della bellezza che richiama all’arte, arte che ci aiuta ad andare verso l’alto. Meraviglia e stupore che abita ognuno di noi»: queste le parole di Don Fabio Zucchelli, parroco della chiesa di Sant’Andrea che anticipa l’intervento di Angelo Piazzoli, segretario generale della Fondazione Credito Bergamasco, al quale spetta l’onore di restituire le opere al loro luogo originario e alle esperte mani di don Giovanni Gusmini che con i restauratori e la Fondazione ha seguito con passione e impegno le diverse fasi dell’imponente restauro. In compagnia dello storico dell’arte Angelo Loda e dei restauratori Sabrina Moschitta, Andrea Lutti e Marco Fumagalli una serata alla scoperta della particolarità e della grandezza della figura di Padovanino e dell’incredibile opera di recupero apportata al trittico dell’artista secentesco. Ad aprire la serata Ensemble Locatelli con un’anteprima di quello che sarà il concerto in programma il 26 settembre alle ore 22.00 sempre presso la chiesa di Sant’Andrea Apostolo, appuntamento inserito nel programma della VII Edizione di Art2night 2020 insieme ad altre proposte musicali tra cui quelle dell’Orchestra Estudiantina Ensamble Bergamo e dell’Associazione Bergamo Chitarra.

10 foto Sfoglia la gallery

La notte bianca si apre alle 15 con visite guidate e aperture straordinarie dei luoghi simbolo della città – tra cui i gioielli di Piazza Vecchia come il Campanone, Palazzo Podestà con le sue mostre e le installazioni curate dalla Gamec e il Museo della Cattedrale, ma anche un tour guidato delle mura venete, visite alla scoperta di Porta S. Alessandro e la possibilità di visitare e vedere attivo il teatro Sant’Andrea, recentemente restaurato dopo anni di chiusura al pubblico. Cancelli aperti anche a Palazzo Moroni, per visitarne i magnifici giardini, e a Palazzo Terzi, che propone all’interno dei propri spazi performance teatrali. Tra gli appuntamenti da non perdere l’installazione artistica dal titolo “Umanità” di Ivano Parolini, un richiamo alla recente pandemia che ha colpito la città e l’umanità intera simbolo di rinascita che sarà allestita, per una sera, all’interno del battistero, e alle 21 il concerto d’organo offerto dal Conservatorio Donizetti nel Duomo di Sant’Alessandro.

Rinnovata e multisensoriale la proposta dell’Orto Botanico Lorenzo Rota, che quest’anno porta l’arte digitale nella nostra città con un’installazione all’interno dei suoi spazi in Scaletta Colle Aperto, e ancora una mostra fotografica di Pina Inferrera che analizza la delicatezza e l’impalpabilità degli equilibri che regolano il rapporto con la natura e l’ambiente nella Sala Viscontea. Non mancheranno anche quest’anno inoltre le proposte artistiche itineranti, con performance live offerte da vari artisti che si terranno presso alcuni luoghi della città come il lavatoio pubblico e i portici di Palazzo della Ragione.

E poi: aperture di botteghe d’artista, mostre fotografiche e performance in Galleria Cento4 e Gelleria Galgarte, l’apertura serale straordinaria del Museo del Burattino. Protagonista, chiaro, anche l’Accademia Carrara con due precorsi guidati incentrati sull’opera di Tiziano “Marte, Venere e Amore”.

Tutti gli appuntamenti di Art2night sono ad ingresso libero o agevolato tranne ove diversamente specificato e nel rispetto delle vigenti normative sanitarie. Per scoprire tutti i luoghi e le iniziative della settima edizione bisogna far riferimento al sito www.art2night.it.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia